Ferrante D'Aragona

  • I LANCIERI DEL RE. Esercito e comunità cittadina nel Mezzogiorno aragonese - Francesco Storti

    I LANCIERI DEL RE. Esercito e comunità cittadina nel Mezzogiorno aragonese. Francesco StortiAutore: Francesco Storti
    Titolo: I lancieri del re
    Sottotitolo:  Esercito e comunità cittadina nel Mezzogiorno aragonese
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); 340 pagine; peso: Kg 0,95
    Luogo, Editore, data: Battipaglia (SA), Laveglia Carlone Editore, 2017
    Collana: Iter Campanum. 12
    ISBN: 88-86854-61-7 - EAN: 9788886854610
    Prezzo: Euro 13,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


    Gli Stati dell'Italia del Quattrocento, soprattutto Venezia, erano impegnati a ridurre la loro dipendenza dalle truppe mercenarie. L'autore nel volume rivendica l'originalità del progetto aragonese, e di Ferrante in particolare, il quale perseguiva non soltanto obiettivi militari, ma anche quello del consolidamento politico-istituzionale della monarchia
  • LA PERGAMENA BIANCA - Francesco Senatore

    la_pergamena_biancaAutore: Francesco Senatore
    Titolo: La pergamena bianca
    Descrizione: Volume in formato 8°; 56 pagine;  illustrato
    Luogo, Editore, data: Napoli, Dante & Descartes, 2012
    Collana: Studi storici su La Cava
    ISBN: 9788861570481
    Prezzo: Euro 13,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Giovedì 4 settembre 1460 Ferrante d’Aragona, re di Napoli, consegnò a Onofrio Scannapieco, sindaco della città della Cava, una pergamena in bianco. Il diploma, segno straordinario della gratitudine del sovrano, fu seguito da importanti concessioni fiscali e giurisdizionali che fecero di Cava una città privilegiata per quattro secoli.
  • LI VILLANI LO CHIAMANO MALE CONSIGLIO - Gabriele Scarcia

    li villani lo chiamano male consiglio gabriele scarciaAutore: Gabriele Scarcia
    Titolo: Li villani lo chiamano male consiglio
    Sottotitolo: Rilettura del mondo feudale attraverso la Congiura dei Baroni del Regno di Napoli, l'architettura castellana, il potere dei Sanseverino e il rapporto fiduciario con la famiglia De Novellis, i titoli onorifici di Ettore Fieramosca e la politica dei Revertera di Spagna
    Prefazione di Pasquale Cordasco
    Descrizione: Volume rilegato, in formato 8° (cm 24,5 x 17); 288 pagine; 280 fotografie in bianco e nero e 16  colori; peso: g 1030 
    Luogo, Editore, data: Roma, Palombi, novembre, 2013
    ISBN: 9788860605719
    Prezzo: Euro 35,00
    Disponibilità: In commercio 

     


    richiedi informazioni

    Perchè un barone del Regno di Napoli tradì i suoi pari che congiuravano all'unisono contro il re Ferrante d'Aragona? Come mai i francescani comissionarono un affresco simbolico per descrivere le sciagure della famiglia Sanseverino? Per quale motivo un intero centro abitato nel 1488 era appellato dai villani "male consiglio"?

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.