Stazione Bayard

  • L'OBLIO DELLA BAYARD. Un progetto di restauro per la prima stazione italiana - Stefano Guadagno

    L'OBLIO DELLA BAYARD. Un progetto di restauro per la prima stazione italiana - Stefano GuadagnoAutore: Stefano Guadagno
    Curatore:
    Titolo: L'oblio della Bayard
    Sottotitolo: Un progetto di restauro per la prima stazione italiana
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 92 pagine.
    Luogo, Editore, data: Roma, Aracne, ottobre 2020
    Collana: I Quaderni di EdA
    ISBN: 8825535473
    EA7N: 9788825535471
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    L'approfondito studio della Stazione Bayard e delle vicende napoletane evidenzia quanto sia necessario parlare ora di conservazione di un patrimonio unico che rischia di essere dimenticato, perdendone, insieme alla materia, non solo gli indiscutibili valori architettonici ma, anche, la possibilità di testimoniare e ricordare eventi fondamentali della nostra storia.
  • LA STAZIONE BAYARD DI TORRE ANNUNZIATA - Vincenzo Amorosi

    LA STAZIONE BAYARD DI TORRE ANNUNZIATA - Vincenzo AmorosiAutore: Vincenzo Amorosi
    Curatore:
    Titolo: La stazione Bayard di Torre Annunziata
    Prefazione di Flavio Russo
    Descrizione: Volume in formato 8°; 110 pagine; alcune illustrazioni a colori
    Luogo, Editore, data: Youcanprint, 2018
    Collana: 
    ISBN: 9788827817612
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


    Il libro è un lavoro realizzato alla luce di nuovi documenti inediti d'archivio. L’autore, un appassionato araldista e studioso locale, evidenzia con precisi riferimenti e motivazioni la modifica di un territorio a tratti stravolto da un insediamento tecno-urbano che di massima contribuì allo sviluppo sociale del territorio.

  • LA VERITÀ SUGLI UOMINI E SULLE COSE DEL REGNO D’ITALIA
. Rivelazioni di J.A., agente segreto del conte di Cavour - Elena Bianchini Braglia

    la verita sugli uomini e sulle cose del regno d'italiaAutore: Elena Bianchini Braglia
    Titolo: La verità sugli uomini e sulle cose del Regno d’Italia
    Sottotitolo: Rivelazioni di J.A., agente segreto del conte di Cavour
    Prefazione di Walther Boni
    Descrizione: Volume in formato 16° (cm 17 x 11); 95 pagine.
    Luogo, Editore, data: Modena, Associazione Terra e Identità, 2005
    Disponibilità: NO

     


    richiedi informazioni

    “...se vi ha scandalo, non è mia colpa, ma è colpa dei fatti...”. Un piccolo, prezioso libro, curato da Elena Bianchini Braglia per i tipi dell’Associazione Culturale modenese “Terra e Identità”, rivisita coraggiosamente alcuni degli intrighi e degli inganni che portarono all’unità d’Italia. Attraverso le confessioni, riportate fedelmente, di un agente segreto, che li visse in prima persona, il volumetto porta nuova luce sui lati più reconditi della storia

  • LE STAZIONI FERROVIARIE A NAPOLI NELL'800. La stazione Bayard tra architettura e memoria - Raffaele Catuogno, Alessandra Pagliano

    LE STAZIONI FERROVIARIE A NAPOLI NELL'800. La stazione Bayard tra architettura e memoria - Raffaele Catuogno, Alessandra PaglianoAutore: 
    Curatore: Raffaele Catuogno, Alessandra Pagliano
    Titolo: Le stazioni ferroviarie a Napoli nell'800
    Sottotitolo: La stazione Bayard tra architettura e memoria
    Descrizione: Volume in brossura, di cm 24 x 23; 88 pagine; illustrazioni a colori ed in b/n
    Luogo, Editore, data: Roma, Editori Paparo, 2021
    Collana: 
    ISBN: 88-31983-34-2
    EAN13: 9788831983341
    Condizioni: nuovo
    Prezzo: Euro 20,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


    La stazione Bayard fu il capolinea napoletano della prima tratta ferroviaria costruita sul territorio italiano, nel Regno delle Due Sicilie. L'edificio venne assunto a simbolo di progresso e avrebbe dovuto essere preservato come un monumento, per evocare eventi storici significativi allo scopo di perpetuarne la memoria in una dimensione atemporale.
  • NAPOLI - PORTICI. La prima Ferrovia d'Italia. 1839 - Antonio Gamboni, Paolo Neri

    napoli portici la prima ferrovia antonio gamboni paolo neri
    Autori: Antonio Gamboni, Paolo Neri
    Titolo: Napoli – Portici.
    Sottotitolo: La prima Ferrovia d'Italia. 1839
    Descrizione: Edizione rilegata, con titoli in oro su copertina e dorso, con sovraccoperta illustrata, in formato 4° (cm 30 x 24); 143 pagine; molte illustrazioni in b/n e a colori; 3 tavole a colori ripiegate riportanti il prospetto principale e la pianta, il prospetto posteriore e la sezione longitudinale della Stazione di Napoli.
    Luogo, Editore, Data: Napoli, Fausto Fiorentino, 1987
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni



    Brano tratto dal sito web Incontri Napoletani
    ...Nel gennaio del 1836 l’ingegnere francese Armando Bayard de la Vingtrie presentò un piano relativo alla costruzione di un primo tronco ferroviario nel regno delle Due Sicilie: la tratta Napoli-Nocera dei Pagani, con una derivazione per Castellammare di Stabia, chiedendone la concessione al re Ferdinando II di Borbone.
  • SULLE ORME DI BAYARD: IL VIADOTTO DI TORRE ANUNZIATA. Appunti di viaggio - Annunziata Cantile

    sulle orme di bayard il viadotto di torre annunziata annunziata cantileAutore: Annunziata Cantile
    Titolo: Sulle orme di Bayard: il viadotto di Torre Anunziata
    Sottotitolo: Appunti di viaggio
    Descrizione: Volume in formato 8°; 60 pagine.
    Luogo, Editore, data: Sarno (NA), Tipografia Buonaiuto, 2017
    Collana: Appunti di Viaggio. Quaderni di Architettura. Parte prima
    ISBN: 9788885714007
    Disponibilità: NO

     


    richiedi informazioni


    La strada di ferro, rappresentò una vera e propria innovazione per la popolazione borbonica che, fino a prima dell’inaugurazione del 3 ottobre 1839, era costretta a spostarsi mediante diligenze, su strade tutt’altro che soddisfacenti.
    L’imponente impresa, fu promossa dall’ingegnere Armand Joseph Bayard de la Vingtrie, che a capo della società per la strada ferrata, si rese promotore presso la corte reale di questa fortunata impresa.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.