Antonio Grano

  • o_surdato_nnammuratoAutore: Antonio Grano
    Titolo: 'O surdato 'nnammurato
    Sottotitolo: Studio sociologico su 190 brani del repertorio della Canzone Classica Napoletana (1880-1945) dedicati al tema della guerra
    Descrizione: Volume in 8° (cm 23 x 15); 164 pagine; illustrazioni in b/n.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Antonio Grano, novembre 2010
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

    Per comprendere i motivi del grande interesse che suscitò il problema della guerra fra i grandi e piccoli poeti napoletani, basta ripercorrere a larghi tratti gli avvenimenti che vanno dal 1885 al 1945, avvenimenti con i quali quasi tutti hanno convissuto: Nel 1885 l’Italia occupa in Africa il porto di Massaua, punto di partenza per la penetrazione in Abissinia.
  • a_sinistra_della_questione_meridionale antonio granoAutore: Antonio Grano
    Titolo: A sinistra della Questione Meridionale
    3a edizione
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); 208 pagine
    Luogo, Editore, data: ilmiolibro, Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A., 2013
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni

    Gli sbocchi imperialistico-colonialistici del capitalismo nellEuropa del XIX Secolo.  Il pensiero della sinistra estrema e moderata  sulla guerra di annessione del Regno delle Due Sicilie al Piemonte negli scritti  di   Karl Marx,   Friedrich  Engels,   Mikhail  Bakunin,   Pierre Joseph Proudhon, Giustino Fortunato, Gaetano Salvemini, Antonio Gramsci,   Amadeo  Bordiga,   Guido  Dorso, Nicola Zitara. Le trame oscure  delle  grandi  potenze  europee e  il  ruolo  determinante  di Napoleone   III,   grande    manipolatore   di   Cavour   e   di   Vittorio Emanuele II. Le responsabilità della borghesia agraria meridionale. Dalla denuncia della vecchia sinistra rivoluzionaria al negazionismo della moderna sinistra liberal-riformista. La piaga del trasformismo e la trappola  dell assistenzialismo.  Il destino del Sud nell'era della globalizzazione e del capitalismo finanziario  mondiale.
  • La_Chiamarono_Unita_d_Italia_pCuratore: Antonio Grano
    Titolo: La chiamarono Unita' d'Italia...
    Sottotitolo:...l'invasione e la colonizzazione del Regno delle Due Sicilie.
    Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 23 x 14,5); 208 pagine; molte illustrazioni in b/n.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Antonio Grano, 2009
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

     

    "L'unita' d'Italia non è avvenuta su basi di uguaglianza, ma come egemonia del Nord sul Mezzogiorno, nel rapporto territoriale citta'- campagna.
    Cioè, il Nord concretamente era una "piovra" che si è arricchita a spese del Sud e il suo incremento economico-industriale è stato in rapporto diretto con l'impoverimento dell'economia e dell'agricoltura meridionale. L'Italia settentrionale ha soggiogato l'Italia meridionale e le isole, riducendole a colonie di sfruttamento".
    Antonio Gramsci

  • Ladislao_d_angio_pAutore: Antonio Grano
    Titolo: Ladislao d'Angiò - Durazzo
    Sottotitolo: Il guerriero napoletano.
    Descrizione: Volume in 8° (cm 20,5 x 14); 136 pagine; alcune illustrazioni in b/n.
    Luogo, Editore, data: S.l., CEAR, marzo 2005
    Disponibilita':NO

     


    richiedi informazioni

     

    "Ladislao regnao anne quattordece. O Napoli quanta fu la bunnancia, et leticia. O Rè Ladislao gracioso et piatuso limosinante di Napule: simmana per simmana signava le limosino. O sacra Maesta' sanctissima, come tenive la bilama justa in Napole. O Cristianissimo, facive mangiare la crapa con lo lupo per la iustitia granne".
    Dionisio del Sarno

  • le_parole_sono_pietreAutore: Antonio Grano
    Titolo: Le parole sono pietre!
    Sottotitolo: Critica dell'ideologia risorgimentale
    1350 citazioni di uomini illustri e non sulla guerra di annessione del Regno delle Due Sicilie al Piemonte
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15);  pagine;  illustrazioni a colori
    Luogo, Editore, data: Ilmiolibro. Gruppo editoriale L'Espresso
    ISBN:
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

    Quarta di copertina
    “L’Italia è un paese democratico, laico e tollerante in cui ognuno può liberamente esporre le sue idee senza rischiare di essere molestato o, peggio, perseguitato. Si può dire tutto ciò che si vuole. Si può parlar male di Sandro Pertini, di Giovanni Falcone, di Paolo Borsellino. Non c’è problema. Si può insultare la Magistratura. E’ permesso. Uno può mettere in discussione la santità di Gesù di Nazareth, la sua ascesa al cielo, la sua paternità. Perfetto: è la democrazia! Si può criticare la Resistenza, oltraggiare i partigiani, sbeffeggiare il Capo dello Stato. Si può mettere in discussione la verginità di Maria. Via libera. Ma guai a mettere in discussione la verginità di San Giuseppe Garibaldi Uno e Trino!
  • Malafemmena_pAutore: Antonio Grano.
    Titolo: Malafemmena!
    Sottotitolo: Donne perfide nella canzone classica napoletana.
    Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 17 x 11); 200 pagine.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Intra Moenia, novembre 2008
    Prezzo: Euro 9,50
    ISBN13: 9788895178455
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

    Canzoni, partiture e donne perfide. Antonio Grano approda all'isola delle "malefemmine" per esplorare il lato oscuro della donna cosi' come rappresentato dai poeti - parolieri tra '800 e primo '900.
  • Partono_e_Bastimente_pAutore: Antonio Grano
    Titolo: Partono 'e bastimente.
    Sottotitolo: Studio sociologico su 95 brani della Canzone Classica Napoletana, dedicati al tema dell'emigrazione.
    Descrizione: Edizione in formato 16° (cm 17 x 11,5); 124 pagine; alcune illustrazioni in b/n nel testo.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Antonio Grano, 2008
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

    Gli organizzatori della "Piedigrotta 2008" avevano autonomamente deciso di dedicare questa preziosa manifestazione culturale al tema dell'emigrazione, dandole un titolo piu' che appropriato: "Partono 'e bastimente".
    Sembra una favola, ma un giorno, due di loro si recarono presso un nobile editore, il dott. Sante Avagliano, per proporgli la realizzazione del catalogo della mostra, la cui apertura era prevista per il 4 settembre del 2008 presso il Teatro Trianon di Napoli.
    Ebbene, sul tavolo del dott. Sante, c'erano le bozze di un mio studio, dedicato al tema dell'emigrazione nella canzone classica napoletana, intitolato: Partono 'e bastimenti'.
    Una semplice circostanza fortuita? Forse si'.

  • pieta_per_vintiAutore: Antonio Grano
    Titolo: Pietà per i vinti
    L’unità d’Italia e la verità negata. 30 settembre-20 ottobre 1860, la guerra civile in Molise. A Isernia una fra le pagine più sanguinose del Risorgimento. L’enigma delle “teste mozzate” e il primo maxiprocesso della storia d’Italia.
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); 286 pagine;  illustrazioni in b/n
    Luogo, Editore, data: Roma, ilmiolibro, 2011
    Prezzo: Euro 22,00
    Disponibilita': Limitata

     


    richiedi informazioni

     

    La sanguinosa lotta fratricida fra filo borbonici e filo savoiardi. La vera storia del "feroce Saladino". La battaglia del Macerone. Il caso Jadopi. L'ingannevole promessa degli invasori piemontesi: i "reazionari" trucidati e i "liberali" traditi. La retorica filo risorgimentale e i farneticanti proclami di Garibaldi. Una annessione chiamata unità. Proposta per una rifondazione dell'impianto unitario fondato sulla Verità e sulla riabilitazione umana, politica e morale di tutte le vittime meridionali di quella guerra di occupazione.
  • Trattato_di_Sociologia_pAutore: Antonio Grano
    Titolo: Trattato di sociologia della canzone classica napoletana.
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15); 472 pagine; alcune illustrazioni in b/n.
    Luogo, Editore, data:  A cura dell'Autore, 2009
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

    "Tutte le nostre canzoni" diceva Salvatore Di Giacomo "sono suggestive, sono penetranti, sono amabili, originali, e nessuna è stupida o banale. In esse non si trovano soltanto le Nannine, le Luiselle, le Concettine. Nella canzone napoletana è un po' di tutto: è l'amarezza, è il compianto, è la rassegnazione, è la rinunzia, è insomma, la filosofia di tutta la nostra vita".
    La filosofia della nostra vita quotidiana! E cos'è la filosofia della vita quotidiana se non la sociologia? La guerra, l'emigrazione, la condizione carceraria, la devianza sociale, il disagio giovanile, i ruoli sociali, la questione femminile, l'emarginazione, le passioni, i valori (la patria, la famiglia, l'amicizia, la solidarieta'), l'identificazione con la propria terra, i meccanismi di difesa contro le avversita' sociali ed ambientali e l'elaborazione di adeguati modelli culturali per fronteggiarle, il mondo del lavoro

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.