Paolo Caputo

PAOLO CAPUTO è direttore archeologo della Soprintendenza Archeologica delle Provv. di Napoli e Caserta. Si è occupato di Didattica dei Beni Archeologici ed ha operato gia' da diversi anni nei Campi Flegrei come responsabile di diverse aree archeologiche. Oltre alle attivita' istituzionali di ricerca, tutela e valorizzazione, si interessa particolarmente di Archeologia Subacquea e di Geo-archeologia. Dal 1991 è responsabile dell'area archeologica di Cuma.
  • CUMA E IL SUO PARCO ARCHEOLOGICO

    CumapAutori: Caputo Paolo, Morichi Ruggero, Paone Rosario, Rispoli Paola.
    Titolo: Cuma e il suo parco archeologico.
    Sottotitolo: Un territorio e le sue testimonianze.
    Presentazione di Stefano De Caro.
    Nuova edizione
    Descrizione: Volume in 8° (cm 24 x 13,5); pp. 223; 180 illustrazioni in b/n +32 pagine con illustrazioni a colori
    Luogo, Editore, data: Roma, Scienze e Lettere, 2010
    Prezzo: Euro 25,00
    Disponibilita': In commercio

    Questo lavoro è il primo del suo genere dedicato interamente a Cuma e al suo antico territorio, sia dal punto di vista storico-archeologico che paesistico-ambientale. Scopo di questo volume non è solo quello di accompagnare il visitatore lungo un itinerario di indiscusso interesse culturale, quale è l'area occupata oggi dal territorio dell'antica Cuma, ma di aiutarlo a meglio ritrovare un filo di lettura, quello della storia, restituendo un significato piu' profondo ai resti monumentali, altrimenti muti, che si parano davanti ai suoi occhi. Per tali motivi gli autori, da anni qui impegnati nella ricerca scientifica e in attivita' professionali, hanno voluto dare a questo testo un taglio monografico.
  • IL MUSEO ARCHEOLOGICO DEI CAMPI FLEGREI NEL CASTELLO DI BAIA - Paola Miniero

    Il_Museo_Archeologico_dei_Campi_Flegrei_pAutore: Paola Miniero (curatore)
    Titolo: Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel castello di Baia.
    Testi di: Stefano De Caro, Paola Miniero, Enrico Guglielmi, Carlo Gasparri, Fausto Zevi, Patrizio Pensabene, Stefania Adamo Muscettola, Paolo Caputo.
    Descrizione: Volume in 8° (cm 24 x 16); pp. 109; ampio corredo iconografico a colori
    Luogo, Editore, data: Napoli, Electa Napoli, 2000
    Numero di edizione: Prima
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

     

    Per la sua posizione amena, l'area di Baia fu individuata come luogo ideale per gli otia dell'aristocrazia romana e degli imperatori, che vi costruirono ville sontuose.

    Non è un caso, dunque, che il Castello aragonese di Baia, prima sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei, esponga documenti eccezionali da Baia, Miseno, Bacoli: l'imponente Sacello degli Augustali di Miseno, ricostruito con la sua decorazione architettonica e scultorea; il complesso delle sculture del Ninfeo di Punta Epitaffio, ritrovato nel corso di uno scavo subacqueo.

  • IL NINFEO SOMMERSO DI CLAUDIO A BAIA - Filippo Avilia, Paolo Caputo

    il ninfeo sommerso di claudio a baiaCuratori: Filippo Avilia, Paolo Caputo
    Titolo: Il Ninfeo Sommerso di Claudio a Baia
    Sottotitolo: Storia e protagonisiti di un'impresa, da un'idea di Filippo Avilia, con la testimonianza di Bernard Andreae
    Descrizione: Volume rilegato, in formato 4° (cm 30 x 21,5); 160 pagine; illustrazioni a colori; peso: Kg 0,95
    Luogo, Editore, data: Napoli, Valtrend, 2015
    Collana: Grand Tour
    ISBN: 88-88623-45-0 - EAN: 9788888623450
    Disponibilità: NO

     


    richiedi informazioni

    Il volume esprime - attraverso gli scritti, le testimonianze e le foto - il grande valore delle statue rinvenute, caposaldo dell'archeologia subacquea italiana e oggi esposte nel Museo Archeologico Nazionale dei Campi Flegrei, ma soprattutto descrive lo spirito che mosse quelle imprese di rilievo e di scavo, parte integrante della storia di una zona stupenda e unica, quale è Baia, la cui importanza per l'archeologia subacquea è paragonabile solo a quella di Pompei per l'archeologia classica.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.