Fulvio Lenzo

Fulvio Lenzo (1975) si è laureato e addottorato all'Università IUAV di Venezia. Ha pubblicato saggi su Filippo Juvarra (2003), Domenico Antonio Vaccaro (2005), Adolf Loos (2006), Andrea Palladio e Pirro Ligorio (2008), Domenico Rossi (2008), la cappella Spada in San Girolamo della Carità a Roma (2008), Ferdinando Sanfelice (2010), Bernardo Antonio Vittone (2010). Nel 2006 ha curato per i tipi Electa l'edizione italiana e l'aggiornamento di Anthony Blunt, Architettura barocca e rococò a Napoli, e nel 2008 ha collaborato con Giovanna Curcio al volume La città del Settecento, edito da Laterza.
  • ARCHITETTURA E ANTICHITA' A NAPOLI DAL XV AL XVIII SECOLO. Le colonne del tempio dei Dioscuri e la chiesa di San Paolo Maggiore - Fulvio Lenzo

    architettura_e_antichita_a_napoliAutore: Fulvio Lenzo
    Titolo: Architettura e antichitá a Napoli dal XV al XVIII secolo.
    Sottotitolo: Le colonne del tempio dei Dioscuri e la chiesa di San Paolo Maggiore
    Descrizione: Volume rilegato, in formato 8° (cm 24 x 17); 360 pagine; 190 illustrazioni a colori ed in b/n, 64 tavole fuori testo
    Luogo, Editore, data: Roma, L'Erma di Bretschneider, 2011
    Collana: Lermarte. N. 6
    ISBN: 978-88-8265-591-4
    Prezzo: Euro 190,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Il volume indaga la relazione fra il tempio dei Dioscuri (I-II sec. d.C.) - l'edificio antico più importante di Napoli, ammirato e studiato dagli umanisti locali e da antiquari forestieri anche dopo il suo parziale crollo nel 1688 - e la chiesa di San Paolo Maggiore, sorta sulle rovine del tempio in epoca medievale e ricostruita dai chierici regolari teatini a partire dal secondo Cinquecento.
    La nuova chiesa fa propria l'aura storica del tempio esibendone in facciata il pronao marmoreo: si instaura così una stretta corrispondenza tra architettura e storia, nel quadro del problematico rapporto del cristianesimo con l'antichità, di cui i teatini si fanno consapevoli interpreti.
  • MEMORIA E IDENTITÀ CIVICA. L'architettura dei seggi nel Regno di Napoli XIII-XVIII secolo - Fulvio Lenzo

    memoria e identita civica fulvio lenziAutore: Fulvio Lenzo
    Titolo: Memoria e identità civica
    Sottotitolo: L'architettura dei seggi nel Regno di Napoli XIII-XVIII secolo
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21,5 x 15,5); 252 pagine; 100 tavole e illustrazioni in b/n; peso: Kg 0,750
    Luogo, Editore, data: Roma, Campisano, 2015
    Collana: Saggi di Storia dell'Arte. 38
    ISBN: 88-98229-37-2 - EAN: 9788898229376 
    Prezzo: Euro 40,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Con il loro aspetto di loggia aperta sulle vie e le piazze principali, i seggi erano fra le architetture più riconoscibili nelle città dell'antico Regno di Napoli. La loro diffusione corrisponde con quella dell'omonima istituzione, nata alla fine del XIII secolo e abolita nel 1800: da quel momento molti seggi sono stati abbandonati, convertiti ad altri usi o più spesso distrutti, facendo perdere la memoria della loro originaria funzione e perfino della loro stessa esistenza.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.