Francesco Senatore

Francesco Senatore, professore associato di Storia medievale presso l’università Federico II di Napoli, editore dei vol. I-II dei Dispacci sforzeschi da Napoli, ha pubblicato monografie e saggi sulla diplomazia italiana quattrocentesca e sulla comunicazione epistolare, sul regno aragonese di Napoli, sulle istituzioni cittadine meridionali, sulla didattica della storia.
  • la_pergamena_biancaAutore: Francesco Senatore
    Titolo: La pergamena bianca
    Descrizione: Volume in formato 8°; 56 pagine;  illustrato
    Luogo, Editore, data: Napoli, Dante & Descartes, 2012
    Collana: Studi storici su La Cava
    ISBN: 9788861570481
    Prezzo: Euro 13,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Giovedì 4 settembre 1460 Ferrante d’Aragona, re di Napoli, consegnò a Onofrio Scannapieco, sindaco della città della Cava, una pergamena in bianco. Il diploma, segno straordinario della gratitudine del sovrano, fu seguito da importanti concessioni fiscali e giurisdizionali che fecero di Cava una città privilegiata per quattro secoli.
  • la_ricevuta_dell_imperatoreAutore: Francesco Senatore
    Titolo: La Ricevuta dell'imperatore alla Cava
    Sottotitolo: Farsa cavaiola
    Descrizione:
    Luogo, Editore, data: Napoli, Dante & Descartes, 2012
    Collana: Studi storici su La Cava
    ISBN: 9788861570443
    Prezzo: Euro 13,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Tra Cinquecento e Settecento gli abitanti di Cava, i cavoti, erano presi in giro come sciocchi, ignoranti, grossolani. Essi divennero i protagonisti di un particolare genere di teatro popolareggiante, le farse cavaiole.
  • poteri_relazioni_guerra_ferranteCuratori: Francesco Senatore, Francesco Storti
    Titolo: Poteri, relazioni, guerra nel regno di Ferrante D’Aragona
    Sottotitolo: Studi sulle corrispondenze diplomatiche
    Presentazione di Francesco Senatore e Francesco Storti. Saggi di Emanuele Catone, Marco De Filippo, Veronica Mele, Patrizia Meli, Armando Miranda, Elisabetta Scarton, Marialuisa Squitieri. Conclusioni di Isabella Lazzarini.
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 396 pagine.
    Luogo, Editore, data: Napoli, ClioPress, 2011
    Collana: Pubblicazioni del Dipartimento di Discipline Storiche "Ettore Lepore". Saggi. N. 8
    ISBN: 978-88-88904-13-9
    Prezzo: Euro 30,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Presentazione

    Il volume raccoglie una serie di studi nati attorno all’impresa di edizione delle corrispondenze diplomatiche milanesi e fiorentine da Napoli in età aragonese, in particolare negli anni di Ferrante d’Aragona (1458-’94). Essi spaziano dalla storia della guerra e del territorio alla prosopografia, dalla ricostruzione delle reti di relazione negli ambienti cortigiani alla politica internazionale, dalla geografia feudale ai conflitti tra la monarchia e l’aristocrazia. Ne risulta un importante incremento delle nostre conoscenze sul regno di Napoli, reso possibile dallo studio ampio e sistematico della fonte diplomatica, che viene valutata nei suoi differenti gradi di attendibilità con il concorso delle altre fonti disponibili, regnicole e non, e utilizzata nella varietà delle sue potenzialità informative.
  • Una città, il Regno: istituzioni e società a Capua nel XV secolo  Francesco SenatoreAutore: Francesco Senatore
    Titolo: Una città, il Regno: istituzioni e società a Capua nel XV secolo
    2 tomi indivisibili
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); pp. XIV - 1153 complessive; illustrato
    Luogo, Editore, data: Roma, Istituto Storico Italiano per il Medioevo, 2018
    Collana: Nuovi Studi Storici. N. 111
    ISBN: 9788898079759
    Prezzo: Euro 90,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


    Premessa
    Terza città del regno di Napoli, Capua fu nel corso del basso Medioevo e dell’età moderna il vertice di un distretto intermedio tra la monarchia e almeno altri due livelli amministrativi inferiori, la Foria, distinta per un certo periodo in due Forie, e i singoli casali o raggruppamenti di casali, indicati con il nome di ville. Si trattava di una città molto ricca, di enorme importanza strategica per la monarchia meridionale,
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.