Francesca Capano

Francesca Capano, architetto e storico dell’architettura e della città, dopo aver conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Storia e critica dell’architettura nel 2002, svolge attività di ricerca grazie alla collaborazione con il Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Iconografia della Città Europea, fondato da Cesare de Seta (1996) e oggi diretto da Alfredo Buccaro. Ha insegnato Storia dell’architettura e Storia della città e del territorio in diversi corsi di laurea delle Facoltà di Architettura e di Ingegneria dell’Università di Napoli Federico II. Ha partecipato a Progetti di Ricerca Nazionali finanziati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica e a Progetti Finalizzati di Ricerca stipulati con la Regione Campania e con l’Assessorato all’Urbanistica della Provincia di Napoli. Dal 1993 ha pubblicato vari saggi, tra i quali citiamo i più significativi: La città capoluogo; Architetture sedi delle pubbliche istituzioni; L’edilizia privata, in Potenza. Le città nella storia d’Italia, a cura di A. Buccaro, Roma_Bari, 1997; Iconografie di centri urbani della Basilicata tra XVII e XVIII secolo, in Tra oriente e occidente. Città e iconografie dal XV al XIX secolo, a cura di C. de Seta, Napoli, 2004; Ischia tra Cinquecento e Ottocento, in Iconografia delle città in Campania. Napoli e i centri della provincia, a cura di C. de Seta e A. Buccaro, Napoli, 2006; Caserta nel racconto di Hackert e Lusieri; Caserta per immagini: dall’iconografia alla cartografia di una ‘provincia’ tra XVIII e XIX secolo, in Iconografia delle città in Campania. Le province di Avellino, Benevento, Caserta, Salerno, a cura di C. de Seta e A. Buccaro, Napoli, 2007; Al tramonto del Settecento: territori e città della carta dello Stato Pontificio di Rizzi Zannoni, in Le città dei cartografi. Studi e ricerche di storia urbana, a cura di C. de Seta e B. Marin, Napoli, 2008; Ischia da mito a stazione turistica di massa, in I centri storici della provincia di Napoli; struttura, forma, identità urbana, a cura di C. de Seta e A. Buccaro, Napoli, 2008; L’architettura e la città 1815_1860. Caserta e i siti minori delle province, in I Borbone di Napoli, a cura di N. Spinosa, Napoli, 2009
  • CASERTA. La città dei Borbone oltre la reggia (1750-1860) - Francesca Capano

    caserta_la_citta_dei_borboneAutore: Francesca Capano
    Titolo: Caserta
    Sottotitolo: La città dei Borbone oltre la reggia (1750-1860)
    Descrizione: Volume in formato 4° (cm 29,7 x 21); 188 pagine; 16 illustrazioni a colori e 79 in b/n
    Luogo, Editore, data: Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, giugno 2012
    Collana: Polis
    ISBN: 9788849521986
    Prezzo: Euro 26,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    ... Trasformazioni del territorio e presenze architettoniche in età vanvitelliana (1752_1806) per poi contestualizzare gli interventi borbonici settecenteschi con quanto c’era prima dell’arrivo di Carlo di Borbone e quanto si continuerà con la seconda restaurazione. Emerge così un quadro nuovo, che dà il giusto peso alla corte degli Aquaviva, feudatari dello Stato di Caserta tra il XVI e il XVII secolo, e ricolloca giustamente dal punto di vista storiografico gli interventi di Carlo di Borbone, continuati dal figlio Ferdinando IV, per leggere sotto una nuova luce le trasformazioni della città ottocentesca legate alla figura di Ferdinando II. La ricerca archivistica è la base fondante del presente volume...
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.