Elisabetta Moro

Elisabetta Moro ha conseguito a Dottorato di ricerca in Etnoantropologia all'Universita' degli Studi di Roma "La Sapienza".
Attualmente lavora presso la Cattedra di Antropologia Culturale dell'Universita' degli Studi "Suor Orsola Benincasa" di Napoli.
  • IL PRESEPE - Marino Niola

    Il_Presepe_Niola_pAutore: Marino Niola
    Titolo: Il Presepe
    Sottotitolo: illustrato da La Scarabattola.
    Il volume contiene Nascite Pastori e Popolo, antologia curata da Elisabetta Moro.
    Fotografia di Sergio Siano
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15,5); 144 pagine; 66 immagini a colori, fuori testo, molte a tutta pagina, 4 su pagina doppia, raffiguranti creazioni dei fratelli Scuotto de La Scarabattola.
    Luogo, Editore, data: Napoli, l'Ancora del Mediterraneo, novembre 2005
    ISBN: 88-8325-172-5
    Disponibilita': NO

     


    richiedi informazioni

     

    Una moderna filiera produttiva al servizio di un'antica ragione rituale, la fortuna del presepe, di solito considerato il simbolo un po' nostalgico del natale tradizionale, è legata a una serie di grandi trasformazioni sociali e culturali: la parcellizzazione del lavoro, la produzione seriale, la valorizzazione degli affetti famigliari e dell'interno domestico.
    La celebrazione della nativita' fa da sfondo sacro all'emergere di una piccola e media borghesia, vere protagoniste dell'affermazione di questa teatralissima macchina devota, cellula generativa di un'autentica economia del sacro,

  • LA SANTA E LA SIRENA - Elisabetta Moro

    La_Santa_e_la_Sirena_pAutore: Elisabetta Moro
    Titolo: La Santa e la Sirena
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 176 pagine.
    Luogo, Editore, data: Ischia (NA), Imagaenaria, novembre 2005
    ISBN: 888914454-8
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

     

    Un lungo ininterrotto racconto accompagna fin dall'origine la vicenda di Napoli, una delle piu' antiche citta' dell'Occidente.
    Partenope, la sirena fondatrice, è la sorgente di questa narrazione, il fotogramma originario che custodisce le forme profonde del genius loci: il canto, il femminile, la bellezza.
    L'eco remota del mito di fondazione non ha mai abbandonato l'immaginario della citta'.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.