Carlo d'Angiò

  • 1268 la battaglia di tagliacozzo federico cannaciniAutore: Federico Canaccini
    Titolo: 1268 La battaglia di Tagliacozzo
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); 160 pagine.
    Luogo, Editore, data: Roma, Laterza
    Collana: Storia e Società
    ISBN:  9788858134160
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni



    23 agosto 1268. In una sperduta località della Marsica, Tagliacozzo, i soldati si preparano alla battaglia. Da un lato troviamo schierati i soldati tedeschi e i ghibellini italiani, raccolti attorno a un giovanissimo imperatore, Corradino di Svevia.
  • descrizione_della_vittoriaAutore: Andrea d'Ungheria
    Titolo: Descrizione della vittoria riportata da Carlo conte d'Angiò
    A cura di: Massimo Oldoni
    Traduzione e note di: Alberto Tamburrini
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 17 x 12);  pagine;  illustrazioni a colori
    Luogo, Editore, data: Cassino (FR), Ciolfi, 2010
    Collana: Studi Storici Medioevali, 16
    ISBN: 9788886810340
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

    La "Descriptio victoriae Karoli", scritta in Francia dopo il 1272 da Andrea d'Ungheria, già cappellano dei re d'Ungheria Bela (1235-1270) e Stefano V (1239-1272), è dedicata a Pietro, conte di Alançon, nipote di Carlo d'Angiò, e presenta una particolareggiata rassegna di personaggi, rivalità, alleanze e scontri definitivi tutti intrecciati intorno alle figure dei tre protagonisti dell'opera, Manfredi, Carlo e Clemente IV
  • donnaregina vecchia a napoli pierluigi leone de castrisAutore: Pierluigi Leone De Castris
    Titolo: Donnaregina Vecchia a Napoli
    Sottotitolo: La Chiesa della Regina
    Descrizione: Volume in formato 8° grosso (cm 28 x 24); 160 pagine; 130 illustrazioni a colori; peso: Kg 0.95
    Luogo, Editore, data: Roma, Elio de Rosa editore, 2018
    Collana: 
    ISBN: 88-7369-110-2 - EAN: 9788873691105
    Prezzo: Euro 50,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni



    La chiesa vecchia di Santa Maria Donnaregina, eretta per volontà di Maria d'Ungheria, regina consorte di Carlo II d'Angiò, e oggi parte del circuito del Museo Diocesano di Napoli, è sicuramente l'esempio meglio conservato e meno modificato di un organismo ecclesiale di età angioina completo della sua decorazione a fresco e scultorea.

  • il senso del decoroAutore: Francesco Gandolfo
    Titolo: Il senso del decoro
    Sottotitolo: La scultura in pietra nell'Abruzzo Angioino e Aragonese (1274-1496)
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 28 x 26); 600 pagine circa; oltre 800 illustrazioni a colori ed in b/n
    Luogo, Editore, data: Roma, Artemide
    Collana: Arte e cataloghi
    ISBN: 9788875751975
    Prezzo: Euro 100,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

     Nel 1274 la fondazione, da parte di Carlo d'Angiò, della abbazia cistercense di Santa Maria della Vittoria, nei pressi di Scurcola Marsicana, per celebrare la vittoria conseguita in quei luoghi, nel 1268, su Corradino di Svevia, rappresentò, per quella parte d'Abruzzo, un fatto rivoluzionario. La guida dei lavori fu affidata a sovrintendenti francesi e sul cantiere furono presenti anche monaci provenienti dall'abbazia di Royaumont.

  • invettiva_contro_carlo_d_angioAutore: Pietro de Pretio
    Titolo: Invettiva contro Carlo d'Angiò
    Sottotitolo: Per l'uccisione di Corradino di Svevia
    Traduttore: Umberto Caperna
    Descrizione: Volume in 16° (cm 17 x 12); 96 pagine.
    Luogo, Editore, data: Cassino (FR), F. Ciolfi, 2010
    Collana di Testi Storici Medievali
    ISBN: 978-88-86810-36-4
    Prezzo: Euro 13,00
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

    La vicenda di quel vasto e potente territorio che fu il regno di Napoli, consegnato dalla chiesa, timorosa degli Hohenstaufen, a Carlo D’Angiò, che mandò a morte, dopo un processo farsa, l’ultimo erede di Federico II.
    Come può un vincitore fare il processo al vinto? La discesa di Corradino fu il germe di sviluppi nuovi, perché i baroni siciliani dopo l’arrivo di Carlo D’Angiò passarono a sostenere di nuovo gli svevi. Da qui la ribellione antiangioina della Sicilia e la rivolta dei Vespri, motivata da un eccesso di tasse.

  • l aquila e il giglio paolo grilloAutore: Paolo Grillo
    Titolo: L'aquila e il giglio
    Sottotitolo: 1266: la battaglia di Benevento
    Descrizione: Volume in formato 8°; 136 pagine.
    Luogo, Editore, data: Roma, Salerno
    Collana: Aculei. N. 21
    ISBN: 978-88-6973-000-9 9788869730009
    Prezzo: Euro 12,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    La battaglia di Benevento del 1266 è comunemente presentata come una sorta di malvagio scherzo del destino ai danni di Manfredi, il figlio dell’imperatore Federico II, che venne sconfitto dalle forze di Carlo d’Angiò, al quale riuscí in tal modo di impadronirsi del Regno di Sicilia.

  • storie delle cose di sicilia saba malaspinaAutore: Saba Malaspina
    Titolo: Storie delle cose di Sicilia (1250-1285)
    Introduzione, traduzione e commento a cura di Francesco De Rosa
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 17 x 12); 480 pagine.
    Luogo, Editore, data: Cassino (FR), Francesco Ciolfi, 2014
    Collana: Collana di Studi Storici Medioevali
    ISBN: 9788886810661
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    La Cronaca "Rerum Sicularum Historia" inizia dalla morte di Federico II e si conclude con quella di Carlo D'Angiò. Saba Malaspina, cronista e scrittore Medioevale (Secolo XIII), vissuto in Roma nella Curia Vaticana con Papa Martino IV e poi divenuto decano della chiesa di Mileto, fu testimone della ferocia dei seguaci di Carlo d'Angiò e delle stragi da loro perpetrate sui miseri abitanti siciliani.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.