Antonio Ernesto Denunzio

  • FERGOLA. Lo Splendore di un Regno - Fernando Mazzocca, Luisa Martorelli, Antonio Ernesto Denunzio

    FERGOLA. Lo Splendore di un Regno - Fernando Mazzocca, Luisa Martorelli, Antonio Ernesto DenunzioCuratori: Fernando Mazzocca, Luisa Martorelli, Antonio Ernesto Denunzio
    Titolo: Fergola
    Sottotitolo: Lo Splendore di un Regno
    Catalogo di Mostra - Napoli, Gallerie d'Italia, 2 dicembre 2016 - 2 aprile 2017.
    Descrizione: Volume in formato 4° (cm 28 x 22); 240 pagine; 128 illustrazioni e tavole in b/n e a colori; peso: Kg 1,20
    Luogo, Editore, data: Venezia, Marsilio, 2016
    Collana: 
    ISBN: 88-317-2689-7 - EAN: 9788831726894
    Prezzo: Euro 35,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Questa mostra intende far riscoprire al pubblico un artista dimenticato, Salvatore Fergola, grande protagonista della pittura napoletana durante la Restaurazione. Erede di Hackert, fu l'ultimo pittore di corte e testimone di una stagione straordinaria per Napoli, quando questa, nella prima metà dell'Ottocento sotto la monarchia dei Borbone, era la più popolosa e vivace città d'Italia e una metropoli all'avanguardia in Europa. Era adorata per la sua bellezza dai viaggiatori provenienti da tutto il mondo.

  • RUBENS, VAN DYCK, RIBERA. LA COLLEZIONE DI UN PRINCIPE - Antonio Ernesto Denunzio

    rubens van dick ribera la collezione di un principeCuratore: Antonio Ernesto Denunzio
    Titolo: Rubens, Van Dyck, Ribera. La collezione di un principe.
    Napoli, Gallerie d'Italia, 5 dicembre 2018 - 7 aprile 2019
    Testi di: Antonio Denunzio, Renato Ruotolo, Natalia Gozzano, Alison Stoesser, Giuseppe Porzio, Gert Jan van der Sman
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 28 x 24); 208 pagine; 80 illustrazioni a colori; peso: Kg 1,15
    Luogo, Editore, data: Cinisello Balsano (MI), Silvana, 2018
    Collana: Arte. N. 1
    ISBN: 88-366-4099-0 - EAN: 9788836640997
    Prezzo: Euro 34,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


     

    Dopo la morte di Giovanni Zevallos, avvenuta durante la peste del 1656, la moglie e il figlio Francesco dispersero in breve gran parte dei beni ricevuti, tanto da essere costretti a vendere anche il palazzo di famiglia a Jan Vandeneynden, capostipite del ramo napoletano di una famiglia di mercanti originari di Anversa.
    Quest'ultimo, procuratore di Giovanni Zevallos già dal 1625, riuscì ad accrescere la sua fortuna nel corso degli anni, tanto da poter acquistare il Palazzo degli Zevallos tra 1659 e 1661.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.