Aldo De Francesco

Aldo De Francesco, giornalista e scrittore di radici irpine, vive e lavora a Napoli, dove è stato prima redattore del Roma, poi vicerdattore capo de Il Mattino, di cui è attualmente collaboratore. Ha scritto Ultimi eroi dell'epicentro (1981); Il ciliegio di Montemarano(1992); Paesi dell'anima (1995); Napoli Ultima Edizione (1996); Palazzo Salerno. la storia e i protagonisti (1997); Dal convento ai lager e ritorno, la vera storia di Padre Pio Ricciardelli (1998); I miei anni con Padre Pio (2002); Il Carnevale di Montemarano (2003); Bagno Elena in Posillipo dal 1810. Due secoli di estati napoletane (2004). Ama La rivoluzione meridionale di Guido Dorso e tutto Marotta. Prova ancora meraviglia per la tavola pitagorica e i barbigli di gallo. Quando può si dedica alla pittura, suo grande amore e rimorso. Mai a tavola senza un bicchiere di aglianico.
  • BAGNO ELENA IN POSILLIPO DAL 1840 - Bruno Aletta e Aldo De Francesco

    Bagno_Elena_pCuratori: Bruno Aletta e Aldo De Francesco
    Titolo: "Bagno Elena" in Posillipo dal 1840.
    Sottotitolo: Due secoli di estati napoletane.
    Prefazione di Vittorio Paliotti. Contributi e testimonianza di scrittori, giornalisti, operatori culturali e manager:Bruno Aletta, Rosario Bianco, Michele Capasso, Aldo De Francesco, Raffaele La Capria, Massimo Lo Iacono, Antonella Morra, Mario Morra, Paolo Perrone Burali D'Arezzo, Antonio Sasso, Pietro Treccagnoli.
    Descrizione: Volume in 8°, rilegato; pp. 158; 100 foto tratte da prestigiosi archivi.
    Luogo, Editore, data: Rogiosi Editore, 2004
    Numero di edizione: Prima
    Prezzo: Euro 39,00
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

     

    Di Napoli, ormai, si conosce e si è scritto tutto. A questa immensa produzione mancava però una storia codificata della Napoli che prende i bagni.
    Il volume, originale raccolta di racconti e di testimonianze di prima mano, ha il merito di ricostruire la storia, il mito di stagioni fantastiche, popolate da personaggi unici: artisti, gentildonne, nobiluomini, gente del popolo.

  • IL CARNEVALE DI MONTEMARANO - Aldo de Francesco

    IlCarnevalediMontemaranopAutore: Aldo de Francesco.
    Titolo: Il carnevale di Montemarano.
    Sottotitolo: Prefazione di Aurelio Fierro. Illustrazioni di Andrea Celano.
    Descrizione: Volume in 16° (cm 20,5 x 14); pp. 144; alcune illustrazioni e disegni in monocromia nel testo.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Edizioni del Delfino, marzo 2003
    Prezzo: Euro 15,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

     

    A Montemarano (AV), dove il clero ha avuto un cospicuo potere e un ruolo importante, il carnevale rappresentava un'occasione unica per affrancarsi, per prendersi una rivincita, seppur innocente ed effimera, verso imposizioni di varia natura, subite nel corso dell'anno.
    Un popolo di prevalente cultura contadina, e che si è trovato, per secoli, stretto tra un clero influente e il potere di avidi feudatari, ha saputo lasciare un ricco patrimonio di valori e di civilta'.


    Ogni anno se ne coglie ancora di piu' l'importanza: con le sue semplici storie, le piroette acrobatiche della tarantella, sembra ancora piu' comprensibile la ragione di questa originale "licenza" carnevalesca, manifestatasi, in passato, quale legittima e incontenibile ansia di liberazione da ogni condizionamento e che si tramanda come esclusivo omaggio e segno di ammirazione verso le proprie antiche origini.
     

     


    richiedi informazioni

  • PIAZZA NAPOLI - Aldo De Francesco

    Piazza_Napoli_pAutore: Aldo De Francesco
    Titolo: Piazza Napoli
    Sottotitolo: Battute, "trovate" e motti di una citta' spettacolare.
    Descrizione: Edizione in formato 8° (cm ); pagine; illustrazioni
    Luogo, Editore, data: Napoli, Iuppiter, luglio 2009
    ISBN: 97888 95997049
    Prezzo: Euro 12,00
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

    Piccola antologia di ispirazione marottiana, che raccoglie guizzi d'istintivita', curiosita' e cialtronerie della corale e spiazzante gente di Napoli. Trovate "allegre" che, evocando nella loro estemporaneita' stagioni e caratteri di un popolo, ne vogliono esaltare la saggezza semplice, antica e scanzonata, degna di un destino migliore.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.