Vladimiro Bottone

Vladimiro Bottone, nato a Napoli nel 1957, vive e lavora a Torino. Ha esordito nella narrativa con L'ospite della vita (Avagliano, 1999, selezionato al Premio Strega 2000). Collabora alle pagine culturali del Corriere del Mezzogiorno.
  • il_giardino_degli_inglesi_vladimiro_bottoneAutore: Vladimiro Bottone
    Titolo: Il giardino degli inglesi
    Romanzo
    Descrizione: Volume in formato 8°; 400 pagine.
    Luogo, Editore, data: Milano, Neri Pozza, marzo 2017
    Collana: I Narratori delle Tavole
    ISBN: 978-88-545-1417-1 9788854514171
    Prezzo: Euro 18,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni



    Napoli, 1842. Sopra l’ospedale degli Incurabili il cielo è sulfureo come il Giorno del Giudizio la mattina in cui Gioacchino Fiorilli, Commissario di Primo rango presso il quartiere di San Lorenzo, apprende che il nome di Peter Darshwood è nell’elenco dei decessi delle ultime ore.
    Il giovane inglese era giunto da poco a Napoli per piangere la sorella Emma, scomparsa cinque mesi prima in circostanze altrettanto drammatiche. Nemmeno il tempo di ambientarsi in città che la morte, dopo una violenta aggressione, lo ha sorpreso in un vicolo buio.

  • l_ospite_della_vitaAutore: Vladimiro Bottone
    Titolo: L'ospite della vita
    Romanzo
    Descrizione: Volume in 16°; 272 pagine
    Luogo, Editore, data: Roma, Avagliano, 1999
    Collana: I Tornesi
    ISBN: 88-8309-017-9
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni

     

    In una Napoli che ricorda Tangeri o Marrakech, quasi trasudata da un delirio febbrile (il grande colera del 1836), labirinto capace di inghiottire i forestieri più incauti, si trova a vivere Leopardi, ricettivo, cagionevole, curioso e malevolo come un bambino.
  • mozart_in_viaggio_per_napoliAutore: Vladimiro Bottone.
    Titolo: Mozart in viaggio per Napoli.
    Romanzo
    Descrizione: Volume in 16° ; pp. 224
    Luogo, Editore, data: Roma, Avagliano, 2003
    ISBN 88-8309-125-6
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni




    Negli incontri e nelle vicende del suo viaggio giovanile a Napoli è forse nascosta la chiave per sciogliere l'enigma.
    L'Italia del Settecento, popolata di bari, belle donne imprendibili, famiglie che nascondono nidi di vipere, impresari ribaldi, loschi avventurieri e cantatrici abili ad amministrare le proprie grazie, fa da sfondo al viaggio che portera' un Mozart tredicenne in tournée fino a Napoli, lembo estremo dell'Europa, 'adolescente fa alcuni incontri incancellabili, in particolare con una sua coetanea, la piccola Teresa, che ha il volto stesso della tenerezza.

  • rebisAutore: Vladimiro Bottone
    Titolo: Rebis
    Romanzo
    Descrizione: Volume in 16° (cm 19,5 x 12); 358 pagine.
    Luogo, Editore, data: Roma, Avagliano, 2002.
    Collana: I Tornesi
    ISBN: 88-8309-097-700
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni



    In una Napoli settecentesca, nel fasto e nella miseria, si consuma l'assassinio dello scultore Antonio Corradini, ingaggiato dal principe de Sangro - alchimista e massone - perchè gli fornisca il capolavoro che manca alle allegorie della sua chiesa privata. Sembrerebbe un delitto come tanti, ma il bibliotecario del principe, Jacopo Fucito, ha sin dall'inizo il dubbio che in qualche modo misterioso quella statua dall'inaudita perfezione costituisca il vero motivo del delitto. Gli capita cosi' di inoltrarsi nel labirinto di una vicenda che ha a che fare con gli spietati intrighi di Corte.
  • VICARÌA. Un'educazione napoletana - Vladimiro BottoneAutore: Vladimiro Bottone
    Titolo: Vicarìa
    Sottotitolo: Un'educazione napoletana
    Romanzo
    Descrizione: Volume in formato 16° (cm 19,5 x 12,5); 490 pagine.
    Luogo, Editore, data: Vicenza, BEAT, 2017
    Collana: Narrativa Italiana
    ISBN: 9788865594285
    Prezzo: Euro 11,50
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Napoli, 1841. Il giovane commissario Fiorilli ha appena preso servizio a Vicarìa, uno dei quartieri centrali più malfamati della città. Non ha ancora fatto l’abitudine al male che ne percorre le strade, quando si trova a dover indagare sulla scomparsa di un bambino, un orfano rinchiuso nel cosiddetto Albergo dei poveri, un'opera mastodontica, nata con l'ambizione di risanare le sette piaghe cittadine, ma divenendone, di fatto, l'ottava.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.