Scuola di Resina

  • LA SCUOLA DI RESINA nell'Ottocento Napoletano - Rosario CaputoAutore: Rosario Caputo
    Titolo: La Scuola di Resina
    Sottotitolo: nell’Ottocento napoletano
    De Gregorio, Rossano, De Nittis, Cecioni, Belliazzi, Lojacono, Leto, Campriani, Netti, Tedesco, Dalbono, Fortuny, Michetti, Cosenza, Laezza, Gaeta, Monteforte, Santoro
    Descrizione: Volume di grande formato (cm. 25 x 35), 224 pagine corredate di 202 splendide tavole a colori che riproducono fedelmente magnifici dipinti degli artefici di questa fortunata corrente pittorica. Lussuosa edizione a tiratura limitata di soli 499 esemplari numerati, su bella carta pesante, legatura artigianale “bodoniana” realizzata completamente a mano, con astuccio rigido figurato.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Grimaldi
    ISBN: 9788898199082
    Prezzo: Euro 115,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

  • LA SCUOLA DI RESINA Nella collezione della Provincia di Napoli e da raccolte pubbliche e private - Luisa MartorelliCuratrice: Luisa Martorelli
    Titolo: La Scuola di Resina
    Sottotitolo: Nella collezione della Provincia di Napoli e da raccolte pubbliche e private
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 15); 96 pagine; 35 illustrazioni a colori
    Luogo, Editore, data: Napoli, Arte'm
    ISBN: 9788856903270
    Prezzo: Euro 15,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    de nittis, cecioni, de gregorio, rossano, con palizzi e leto: raccolti nell’allora località di rivara, oggi resina, prendendo le mosse dal verismo, svilupparono un programma dichiaratamente antiaccademico, orientato verso l’immediatezza del tratto. una ‘camerata di radicali in arte che, nessuna autorità riconoscendo, disprezzando tutto quanto poteva procurar loro benessere, con le concessioni fatte alla moda, si deliziarono delle intime soddisfazioni che procura ai veri artisti, in comunione d’idee, la osservazione attenta della natura, il fantasticare quotidiano e continuo su tutti gli effetti e su tutte le forme dell’avvicendarsi continuo delle immagini della vita’ [diego martelli].
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.