Pietro Nardiello

Pietro Nardiello è un giornalista free lance.
Collabora con Articolo 21 e la redazione napoletana di Repubblica, ha partecipato all’antologia “Strozzateci Tutti”, che si è aggiudicata il Premio giornalistico “Paolo Giuntella 2010”. E’ autore della trasmissione di radio Rai Tre Parole Fuori dal Vulcano. In passato ha collaborato con il DRI-Ente Interregionale, Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’organizzazione di eventi.
  • DIAMANTE. Viaggio nell’anima di Napoli - Pietro Nardiello

    DIAMANTE. Viaggio nell’anima di Napoli - Pietro NardielloCuratore: Pietro Nardiello
    Titolo: Diamante
    Sottotitolo: Viaggio nell’anima di Napoli
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 188 pagine.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Alessandro Polidoro,
    Collana: Fuori collana
    ISBN: 9788885737082
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni



    Diamante è il testo scritto da Francesco De Gregori per il famoso brano di Zucchero dedicato a sua nonna Diamante Alduini Fornaciari. Un capolavoro sulla “pace per chi ci sarà e per i fornai…”, sulle macerie materiali e morali che nonni e genitori hanno dovuto affrontare nell’immediato dopoguerra per ricostruire l’Italia distrutta dai bombardamenti e dilaniata dalla guerra civile.
  • IL FESTIVAL A CASA DEL BOSS - Pietro Nardiello

    il_festiva_a_casa_del_bossAutore: Pietro Nardiello
    Titolo: Il Festival a casa del boss
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 240 pagine; 11 illustrazioni (foto) in b/n
    Luogo, Editore, data: Casalnuovo di Napoli, Phoebus, 2012
    Collana: Città asociale, 1
    ISBN: 9788886816618
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni

    Il Festival dell’Impegno Civile è l’unica rassegna italiana interamente realizzata nei beni confiscati alla criminalità organizzata. Il giornalista Pietro Nardiello, ideatore del progetto, con questo libro accende un riflettore sulle motivazioni del Festival, i retroscena, le difficoltà, le speranze e le gioie, nate in questi luoghi confiscati, dove si tenta ogni giorno di  costruire un’Italia diversa.
    Il progetto del Festival, fortemente voluto dal Comitato don Peppe Diana, si ispira ai valori e ai principi del sacerdote assassinato dai camorristi a Casal di Principe.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.