Paolo Chiariello

Paolo Chiariello napoletano, è un giornalista di Sky Tg24. Per il canale all news ha curato inchieste sulle infiltrazione della mafia nelle istituzioni al Sud, la faida di camorra per il controllo del business della cocaina a Scampia, la strage dei cittadini africani da parte del clan dei Casalesi, la "terra dei fuochi" e il dramma delle morti per l'interramento dei rifiuti in Campania, l'abusivismo edilizio selvaggio alle pendici del Vesuvio e dei Campi Flegrei che espone centinaia di migliaia di persone al rischio eruzione. Nel 2007 ha vinto il premio "Giancarlo Siani" con un reportage su come la camorra controlla migliaia di alloggi dell'edilizia popolare, nel 2008 si è aggiudicato il premio cronista "Piero Pasetto" - targa del Presidente della Repubblica - per una inchiesta sull'affaire rifiuti in mano alle cosche mafiose al Sud. Presente a "Cronaca In Diretta" in RAI, per cui è stato coautore, sceneggiatore ed interprete del docufiction "Napoli in Giallo". Ha lavorato per Panorama ed Economy, per i quali ha firmato inchieste di copertina sull'invasione cinese in Europa, gli affari milionari delle auto clonate, i rapporti economici e militari tra la camorra e le organizzazioni terroristiche basche. Ha scritto due libri: "Monnezzopoli" e "I sogni dei bambini di Scampia son desideri".
  • LA GRANDE TRUFFA. MONNEZZOPOLI. L'INDUSTRIA DEI RIFIUTI IN CAMPANIA - Paolo Chiariello

    monnezzopoliAutore: Paolo Chiariello
    Titolo: La grande truffa.
    Sottotitolo: Monnezzopoli. L'industria dei rifiuti in Campania.
    Descrizione: Edizione iin formato 8° (cm 21 x 14); 180 pagine.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Tullio Pironti
    Prezzo: Euro 12,00
    ISBN10: 88793742578
    ISBN13: 9788879374255
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni



    In Campania la fabbrica della monnezza macina ogni anno profitti record destinati ad arricchire politici corrotti, ingrassare camorristi-imprenditori. Da più di quindici anni, in nome dell'emergenza rifiuti, la Campania ha assorbito due miliardi di euro, circa quattromila miliardi delie vecchie lire, una cifra strabiliante. Denaro che ha alimentato un circuito economico spesso in odore di camorra, che in Irpinia e nel Salernitano ha trasformato paesaggi da cartolina in discariche, ha inaridito la florida Campania felix seppellendovi milioni di tonnellate di rifiuti tossici, ha sfigurato irrimediabilmente l'intera area costiera vesuviana e domiziana e sventrato colline verdi e lussureggianti del Beneventano.
  • LA MAFIA È BUONA - Catello Maresca, Paolo Chiariello

    la mafia e buona catello maresca paolo chiarielloAutore: Catello Maresca, Paolo Chiariello
    Titolo: La mafia è buona
    Sottotitolo:
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 13); 160 pagine; peso: Kg 0,200
    Luogo, Editore, data: Napoli, Rogiosi, 2018
    Collana: 
    ISBN: 9788869502910
    Prezzo: Euro 15,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni



    La mafia investe miliardi di euro nell’economia legale; entra nella grande finanza, scala gruppi industriali, piazza suoi uomini e donne in Consigli d’amministrazione di holding imprenditoriali globali che fanno affari nei cinque continenti. La mafia è più forte e si sente forte là dove non la si percepisce come un pericolo, dove è riuscita a mimetizzarsi, dove ha stabilito rapporti pacifici di convivenza e connivenza con istituzioni e cittadini.
  • MONNEZZA DI STATO. La terra dei fuochi nell'Italia dei veleni - Antonio Giordano, Paolo Chiariello

    monnezza di stato antonio giordano paolo chiarielloAutori: Antonio Giordano, Paolo Chiariello
    Titolo: Monnezza di Stato
    Sottotitolo: La Terra dei Fuochi nell'Italia dei veleni
    Prefazione di Franco Roberti Procuratore nazionale antimafia
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 184 pagine.
    Luogo, Editore, data: Argelato (BO), Minerva Edizioni, 2015
    Collana: Clessidra
    ISBN: 9788873817505 978-88-7381-750-5
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni

    "Monnezza di Stato" è il testo con cui il giornalista Paolo Chiariello e lo scienziato Antonio Giordano raccontano la realtà della "terra dei fuochi", i disastri ambientali compiuti in una delle regioni più fertili e belle d'Italia, la Campania. I danni incalcolabili provocati dallo sversamento di rifiuti tossici prodotti da imprenditori senza scrupoli, smaltiti dalla camorra con la connivenza di politici corrotti. Un giornalista ed uno scienziato.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.