Manlio Rossi-Doria

Manlio Rossi-Doria (1905-1988) è stato uno dei massimi interpreti del pensiero meridionalista. Fin dagli anni universitari dedica il proprio impegno al mondo agricolo e al Mezzogiorno. Iscrittosi al Partito comunista nel 1929, viene arrestato nel 1930 per attività sovversive. Grazie a due amnistie torna in libertà vigilata nel 1935. Matura nel frattempo il suo distacco dal Pci, dal quale viene espulso nel 1939. Nel 1940 è nuovamente arrestato e mandato al confino in Basilicata. Dal confino partecipa alla fondazione del Partito d’Azione, nel cui comitato esecutivo entrerà nel 1943. Arrestato di nuovo nel novembre dello stesso anno, riesce a evadere nel febbraio successivo. Nel 1948 ottiene l’incarico per l’insegnamento di Economia e politica agraria alla Facoltà di Portici. Nel 1966 si iscrive al Psi, per le cui liste viene eletto senatore nel 1968 e nel 1972. Nel 1976, per ragioni di salute, è costretto ad abbandonare la politica attiva. La sua opera completa è stata ripubblicata di recente a cura dell’Associazione Manlio Rossi-Doria presso le edizioni dell’ancora del mediterraneo.
  • UNA VITA PER IL SUD. Dialoghi epistolari 1944-1987 - Manlio Rossi-Doria

    Una vita per il Sud. Manlio Rossi-DoriaAutore: Manlio Rossi-Doria
    Titolo: Una vita per il Sud
    Sottotitolo: Dialoghi epistolari 1944-1987
    A cura di Emanuele Bernardi
    Descrizione: Volume in formato 16° (cm 16,5 x 11);  pagine XX + 252
    Luogo, Editore, data: Roma, Donzelli, 2012
    Collana: Saggine
    ISBN: 9788860366917
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio
    «Qualche volta ho l’impressione che nessuno lavori, che tutti aspettino per lavorare: chi dovrebbe costruire aspetta per costruire, chi dovrebbe far politica aspetta a farla, chi dovrebbe governare aspetta per governare. Ho l’impressione che a lavorare, veramente, oggi in questa Italia liberata, non ci sia che la gente del mercato nero, le puttane e i contadini, oltre ai preti e alla gente che ha da salvare le sue vecchie posizioni guadagnate negli anni andati. Gli altri, ripeto, aspettano…».
    Manlio Rossi-Doria a Guido Dorso
    20 novembre 1944
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.