Lodovico Bianchini

  • della storia delle finanze del regno napoli lodovico bianchiniAutore: Lodovico Bianchini
    Titolo: Della storia delle finanze del Regno di Napoli.
    Ristampa anastatica, Palermo, 1839.
    Descrizione: Edizione rilegata in tela; in formato 8°; pagine 752.
    Luogo, Editore, Data: Sala Bolognese (BO), Forni.
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni

    Dalla prefazione di Luigi De Rosa dell'edizione pubblicata da ESI (Napoli):
    Fu nel 1834 che L. Bianchini cominciò a pubblicare la prima edizione della sua Storia delle finanze... A quell'epoca aveva 31 anni... ma nonostante la giovane età, già recava con sé un bagaglio considerevole di studi, di riconoscimenti, di premi... Avvocato tra l'erariale e l'amministrativista... in questo avvocato, cui le maggiori amministrazioni del regno affidavano... incarichi delicati e complessi... vibravano passione e interesse per le scienze economiche..."(p.IX).

  • storia_delle_finanze_delle_due_sicilie_bianchini

    Autore: Ludovico Bianchini
    Titolo: Storia delle finanze delle due Sicilie
    Descrizione: Volume in formato 4° (cm 32 x 23,2), pp.XXVIII-680 (2) + 4 tavole doppie fuori testo con riproduzioni di monete borboniche + 8 tavole illustrate fuori testo + 14 tavv. fuori testo su cartoncinio grigio con riproduzioni di incisioni tratte da "Il regno di Napoli in prospettiva..." (Napoli 1793) di G.B. Pacichelli (Chieti, Lanciano, Bitonto, Otranto, Gallipoli, Rossano, Liesina, Foggia, Bisignano, Nicastro, Melicucco, Polistena, Castelvetere, Roccella). Mezza tela editoriale con tasselli e titoli in oro al dorso, custodia in mezza tela con piatti in cartone, illustrata. Edizione impressa in 1200 esemplari numerati: il nostro esemplare, però, riporta stampato il n. 1211
    Luogo, Editore, data: Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1971
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni



    Dalla prefazione di Luigi De Rosa:

    Fu nel 1834 che L. Bianchini cominciò a pubblicare la prima edizione della sua Storia delle finanze... A quell'epoca aveva 31 anni... ma nonostante la giovane età, già recava con sé un bagaglio considerevole di studi, di riconoscimenti, di premi... Avvocato tra l'erariale e l'amministrativista... in questo avvocato, cui le maggiori amministrazioni del regno affidavano... incarichi delicati e complessi,,, vibravano passione e interesse per le scienze economiche..."(p.IX).
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.