Idamaria Fusco

Idamaria Fusco, laureata in Giurisprudenza presso l'Università "Federico II" di Napoli, è dottore di ricerca in Storia economica e ricercatore dell'Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo del CNR di Napoli. Insegna Storia economica della tecnologia nella Facoltà di Ingegneria dell'Università della Calabria. Ha curato il volume La seta. E oltre_, Napoli, Esi, 2004, frutto dei suoi interessi per gli andamenti del settore serico in Calabria fra Ottocento e Novecento. Sue più recenti pubblicazioni sono: "La trattura della seta in Calabria: rinnovamento tecnologico e crescita tra Sette e Ottocento", in Società e Storia, 2005, n. 109, e "Industrie urbane, conflitti e salute nella Calabria dell'Ottocento", in corso di pubblicazione su Meridiana, 2007, n. 55.
  • PESTE, DEMOGRAFIA E FISCALITÀ NEL REGNO DI NAPOLI DEL XVII SECOLO - Idamaria Fusco

    PESTE, DEMOGRAFIA E FISCALITÀ NEL REGNO DI NAPOLI DEL XVII SECOLO - Idamaria FuscoAutore: Idamaria Fusco
    Titolo: Peste, demografia e fiscalità nel regno di Napoli del XVII secolo
    Contributi di Gaetano Sabatini
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 368 pagine.
    Luogo, Editore, data: Milano, Franco Angeli, 2017
    Collana: Economia - Teoria economica - Pensiero economico
    ISBN: 9788846492197
    Prezzo: Euro 41,50
    Disponibilità:In commercio

     


    richiedi informazioni

    Terminata la pestilenza del 1656, per le autorità centrali del Regno di Napoli si creò l’esigenza di riacquistare il pieno controllo del territorio, e la strada imboccata fu quella dell’accertamento dei danni demografici e fiscali, che compromettevano il reperimento di risorse per far fronte alle pressanti richieste della Monarchia spagnola. Il volume spiega molte delle scelte operate in quegli anni.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.