Gabriele Scarpa

Gabriele Scarpa è nato a Salerno nel 1968, ma è cresciuto a Boscotrecase, in provincia di Napoli. Laureato in Lettere moderne (indirizzo storicocontemporaneo), giornalista professionista, ha collaborato per numerose testate locali e regionali, tra cui “Il Vesuvio”, “Il Giornale di Napoli”, “Roma”, “Il Corriere di Siena” e “La Voce della Provincia”. Ha diretto la rivista del parco nazionale del Vesuvio “Plinius” e l’ufficio stampa della società di calcio AC Savoia 1908. Fino al 2008 ha lavorato al quotidiano “La Verità-Napolipiù” come responsabile del settore Cronaca. Attualmente collabora con il quotidiano “Metropolis” alla cronaca politica e coordina il periodico “Charme”. “L’ultimo brigante del Sud” è la sua prima esperienza letteraria.
  • L'ULTIMO BRIGANTE DEL SUD. Storia della banda Pilone - Gabriele Scarpa

    l_ultimo_brigante_del_sudAutore: Gabriele Scarpa
    Titolo: L’ultimo brigante del sud
    Sottotitolo: Storia della banda Pilone
    Prefazione di Lorenzo Del Boca
    Inteventi di Alessandro Romano e Gennaro De Crescenzo
    Descrizione: Volume in 8° (cm 21 x 15); 152 pagine; illustrazioni a colori.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Spazio Creativo Edizioni
    Collana: Visto da Sud
    ISBN: 978-88-97375-01-2
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni


    Antonio Cozzolino detto "Pilone" per la sua folta barba, ex scalpellino del Vesuvio ed ex sergente dei Cacciatori, eroe della battaglia di Calatafimi, è stato uno degli ultimi briganti ad arrendersi alle truppe piemontesi. Per oltre dieci anni carabinieri e bersaglieri gli diedero la caccia tentando di stanarlo sui pendii del Vesuvio, dove Pilone che era originario di Boscotrecase, stabilì il suo quartier generale. I piemontesi gli uccisero i genitori e arrestarono la sua donna, ma lui non si arrese mai. Alla fine, tradito da un compagno e "mollato" dalla camorra (che ne decretò la condanna a morte), cadde vittima di un tranello in via Foria a Napoli e fu ucciso a colpi di pugnale a pochi passi dall'Orto Botanico: aveva 46 anni.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.