Franco Cafararo

Franco Cafararo, nato a Napoli nel 1960 e laureatosi in Scienze Geologiche alla Università Federico Il", vive e lavora a Napoli, città dalla quale non si è mai voluto allontanare.
Per alcuni anni ha esercitato la libera attività, ha avuto esperienze di docenza universitaria ed attualmente lavora per le Poste Italiane.
Per i tipi della Sellerio Editore ha pubblicato un romanzo che ha suscitato molto interesse.
  • 1860: IL TRICOLORE TRUCIDAVA I BAMBINI - Franco Cafararo

    1860 il tricolore trucidava bambini franco cafararoAutore: Franco Cafararo
    Titolo: 1860: il tricolore trucidava i bambini
    Romanzo 
    Prefazione di Vincenzo Gulì.
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); 309 pagine.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Luciano Editore, 2015
    ISBN: 978-88-6026-181-6 9788860261816
    Prezzo: Euro 16,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Da oltre un quarto di secolo la revisione storica sta facendo giustizia delle menzogne risorgimentali che hanno preparato, accompagnato e soprattutto seguito la malaunità italiana. In effetti, secondo il mero spirito giacobino che alimentava il liberalismo tricolore, le azioni più nefande devono essere mascherate da belle e false parole per confondere le vittime.

  • IL MANDOLINO CAPOVOLTO. Centocinquanta anni d'illusione meridionale - Franco Cafararo

    il mandolino capovolto franco cafararoAutore: Franco Cafararo
    Titolo: Il mandolino capovolto
    Sottotitolo: Centocinquanta anni d'illusione meridionale
    Romanzo
    Prefazione di Amato Lamberti
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 22 x 14,5); 320 pagine
    Luogo, Editore, data: Napoli, Luciano, novembre 2011
    Collana: Qualeitalia. N. 3
    ISBN: 9788860261588
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni


    Introduzione
    Questo è un romanzo che ha la sola pretesa di narrare una storia verosimile e cruda in uno scenario quanto più vicino possibile alla realtà. Forse un po' schierato dalla parte dei vinti, ma di storie raccontate dai vincitori ce ne sono fin troppe e poi... i vinti in questo caso sono soprattutto le classi sociali infime, i "lazzari", i fetenti e maleducati, in una sola parola il "popolo basso" che di letterati, saggisti e narratori fra le proprie fila solitamente non annovera un gran numero.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.