Carlo Ebanista

Carlo Ebanista è associato di Archeologia medievale nella Facolta' di Scienze Umane e Sociali dell'Universita' degli Studi del Molise. Le sue ricerche sono indirizzate allo studio delle dinamiche insediative in Campania fra tarda antichita' e medioevo. Ha pubblicato contributi relativi alla cultura materiale, alla prassi funeraria, al riuso dello spazio urbano, al fenomeno delle chiese rupestri e all'incastellamento. Al santuario di Cimitile ha dedicato, in particolare, numerosi lavori, occupandosi sia dei singoli edifici di culto, sia del ruolo svolto dal complesso martiriale nella trasformazione del tessuto urbano di Nola. Di recente ha pubblicato il volume et manet in mediis quasi gemma intersita tectis. La basilica di S. Felice a Cimitile: storia degli scavi, fasi edilizie, reperti (Memorie dell'Accademia di Archeologia, Lettere e Belle Arti in Napoli, XV), Napoli 2003. Nell'ambito delle iniziative promosse dal Centro Studi e Ricerche di Cimitile, di cui è direttore, ha curato la pubblicazione dei volumi La parrocchiale di S. Felice nel complesso basilicale di Cimitile, Napoli-Roma 1999, L'arciconfratemita di Maria SS. Addolorata nella chiesa dei Morti in Cimitile, Napoli 2001, I misteri della passione di Cristo e i riti della settimana santa a Cimitile, Marigliano 2004.
  • La_Tomba_di_San_Felice_pAutore: Carlo Ebanista
    Titolo: La tomba di San Felice nel santuario di Cimitile.
    Sottotitolo: A cinquant'anni dalla scoperta.
    Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 24 x 17); 240 pagine; 109 illustrazioni in b/n
    Luogo, Editore, data: s.l., Ler Editrice, settembre 2006
    Prezzo: Euro 20,00
    ISBN: 88-82644243
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

     

    La tomba di S. Felice prete è all'origine dello straordinario complesso monumentale di Cimitile, uno dei piu' straordinari tesori che abbiamo in Campania.
    Mezzo secolo dopo la sua scoperta, un libro ne raccoglie ora testimonianze e aneddoti, inquadrando in modo del tutto pregnante il coinvolgimento della comunita' religiosa di Cimitile nel recupero delle spoglie del patrono, al quale gli abitanti del paese sono tuttora legati da una profonda devozione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.