Brigante Pilone

  • antonio_cozzolino_brigante_piloneAutore: Carlo Avvisati
    Titolo: Antonio Cozzolino 'o brigante Pilone
    Sottotitolo: Scorribande, vita e morte di Antonio Cozzolino 'o brigante Pilone legittimista borbonico vesuviano e Cavaliere di Francesco II
    Prefazione del Senatore Carmine Cozzolino.
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 183 pagine; alcune illustrazioni in b/n
    Luogo, Editore, data: Pompei (NA), Il Gazzettino vesuviano, 2011
    EAN:
    Prezzo: Euro 18,00
    Disponibilità: Limitata

     


    richiedi informazioni

    Il volume di Carlo Avvisati, saggista e giornalista de Il Mattino, nasce da una dettagliata indagine storica che affonda le radici nel decennio successivo all’Unità d’Italia.
    Basato su fonti archivistiche inedite, il libro, che si rivela una vera e propria avvincente cronaca dei fatti, ricostruisce le imprese, la vita e la morte del legittimista borbonico Antonio Cozzolino «Pilone», ex sergente di Francesco II, re di Napoli.
  • l_ultimo_brigante_del_sudAutore: Gabriele Scarpa
    Titolo: L’ultimo brigante del sud
    Sottotitolo: Storia della banda Pilone
    Prefazione di Lorenzo Del Boca
    Inteventi di Alessandro Romano e Gennaro De Crescenzo
    Descrizione: Volume in 8° (cm 21 x 15); 152 pagine; illustrazioni a colori.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Spazio Creativo Edizioni
    Collana: Visto da Sud
    ISBN: 978-88-97375-01-2
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni


    Antonio Cozzolino detto "Pilone" per la sua folta barba, ex scalpellino del Vesuvio ed ex sergente dei Cacciatori, eroe della battaglia di Calatafimi, è stato uno degli ultimi briganti ad arrendersi alle truppe piemontesi. Per oltre dieci anni carabinieri e bersaglieri gli diedero la caccia tentando di stanarlo sui pendii del Vesuvio, dove Pilone che era originario di Boscotrecase, stabilì il suo quartier generale. I piemontesi gli uccisero i genitori e arrestarono la sua donna, ma lui non si arrese mai. Alla fine, tradito da un compagno e "mollato" dalla camorra (che ne decretò la condanna a morte), cadde vittima di un tranello in via Foria a Napoli e fu ucciso a colpi di pugnale a pochi passi dall'Orto Botanico: aveva 46 anni.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.