Antonio Romano

Radiofonico della “prima ora”, uno degli ultimi pionieri che nel 1975 diedero vita alle Radio libere, tuttora in attività con la sua “creatura”, Radio Amore, dopo 46 anni continua a profondere lo stesso amore, la stessa passione per questo mezzo che lui definisce il più bello del mondo, e che dopo oltre un secolo di vita gode di splendida salute.
In precedenza, dal 1965 al 1975, appassionato di musica, discreto bassista, che non disdegnava di suonare altri strumenti, ha fatto parte di vari Complessi (così si chiamavano i Gruppi musicali). Ha poi appeso gli strumenti al chiodo, restando nell’ambito musicale come Direttore radiofonico, Speaker, Musicologo, Produttore discografico e Organizzatore di spettacoli.
Ha avuto un’altra passione, quella del Sindacato, svolta solo nell’esclusivo interesse dei lavoratori.
Giornalista pubblicista, ha al suo attivo circa 3.000 interviste radiofoniche, tra personaggi illustri della musica, dello spettacolo, della scrittura, dello sport, della politica e esordienti, alcuni dei quali poi diventati a loro volta famosi.
È presidente dell’Associazione “Musica è vita”, che si batte per la tutela della buona musica e per la valorizzazione e diffusione della Canzone Classica Napoletana, in particolar modo in Campania.
  • ANTONELLO RONDI. Lo scugnizzo dei Quartieri. Antonio Romano

    ANTONELLO RONDI. Lo scugnizzo dei quartieri. Antonio Romano. Con CD-AudioAutore: Antonio Romano
    Curatore:
    Titolo: Antonello Rondi
    Sottotitolo: Lo scugnizzo dei Quartieri
    Prefazione: Gennaro De Crescenzo
    Libro + CD audio musicale
    Descrizione: Volume in formato 8°; 152 pagine;
    Luogo, Editore, data: Napoli, Edizioni Mea, 2021
    Collana: 
    ISBN: 9791280301192
    Condizioni: nuovo
    Note:
    Prezzo: Euro 20,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


    "Lo scugnizzo dei Quartieri" oltre a fatti e aneddoti racchiude una serie di riflessioni legate alla città, che avrebbe il potenziale per ritornare a rivaleggiare con le grandi capitali europee, grazie pure alla valorizzazione della sua cultura e della sua musica. E' appena il caso di dire che all'estero la Canzone napoletana classica è identificata come l'unica canzone italiana, eppure, come lo stesso Artista afferma, manca la volontà politica che possa affermarlo con fatti concreti.
    Il libro si legge tutto di un fiato, scorrevole, corredato da tante fotografie e arricchito da un tributo di alcuni colleghi che hanno voluto attestargli la loro stima.

    La prefazione è del Professor Gennaro De Crescenzo, storico e convinto meridionalista.

    Al libro è allegato un CD musicale contenente i “cavalli di battaglia” di Antonello Rondi e tre bellissimi inediti.

    Gli arrangiamenti sono curati da Gianfranco Caliendo, raffinato musicista ed ex leader del famoso gruppo musicale “Il Giardino dei Semplici”.

     


    richiedi informazioni

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.