Andrea Genoino

Andrea Genoino, marchese di Ortodonico, nacque il 26 dicembre 1883 nel palazzo degli avi, al Borgo Scacciaventi. Figlio primogenito del conte Diego e della nobildonna Sofia Coda, fu alunno interno del collegio della Badia di Cava. E li', tra quelle mura severe, si fece apprezzare per la sua vivacita' intellettuale e la forte propensione agli studi. Si laureò giovanissimo in Giurisprudenza. Nel 1922 alla laurea in Legge aggiunse quella in Filosofia. In seguito, si dedicò ai suoi studi amati di ricerca storica e filosofica. Gradiva frequentare archivi e biblioteche. Nacquero, cosi', le sue prime opere, come il 'Profilo del marchese di Caccavone', 'Vicende del libro nel Reame di Napoli', 'Studi e ricerche sul 1799'. L'opera che gli diede un riconoscimento ufficiale da parte degli studiosi fu 'Le Sicilie al tempo di Francesco I'. Andrea Genoino si spense nel dicembre del 1961.
  • Vicende_del_Libro_nel_Reame_di_Napoli_pAutore: Andrea Genoino
    Titolo: Vicende del libro nel reame di Napoli (1815 ? 1860).
    Ristampa anastatica dell'edizione della Tipografia Editrice Ernesto Coda di Cava de' Tirreni del 1943.
    Descrizione: Volume in 16° (cm 16,5 x 11,5); 138 pagine.
    Luogo, Editore, data: Salerno, Ripostes, 2003
    Prezzo: Euro 10,00
    Disponibilita': In commercio

     


    richiedi informazioni

     

    L'Autore:
    'Non ho inteso, in queste pagine, delineare una storia dell'arte o dell'industria tipografica napoletana dal '15 al '60; ho tentato soltanto ricostruire, nei loro vari aspetti, le direttive del governo borbonico in rapporto al libro e alla sua diffusione. E ciò avvalendomi di rari opuscoli e documenti, e rievocando ricordi di autorevoli personalita', che, con cariche e missioni, parteciparono alla vita pubblica del tempo.'

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.