Amalfi

  • Amalfi_FMR_pAutori: Gianni Guadalupi e Francesco Gandolfo
    Titolo: Amalfi
    Sottotitolo: Foto di Luciano Romano e Marcello d'Andrea
    Descrizione: Edizione rilegata, con sovraccoperta a colori, in formato 4° (cm 30 x 30); 96 pagine; 51 tavole a colori con vedute pittoriche e fotografiche della citta' di Amalfi
    Luogo, Editore, data: Milano, Franco Maria Ricci, 1999
    Prezzo: Euro 140,00
    Disponibilità: 3 esemplari

     


    richiedi informazioni



    Amalfi, la piu' solatìa delle repubbliche marinare, nacque come rifugio di fronte agli invasori del nord. La sua flotta fu poi baluardo contro i saraceni, ma anche strumento di lucrosi commerci con essi. Fu il traffico di merci preziose provenienti dal Levante a rendere la citta' "colma di argenti, di vesti e di oro", miracolo di architetture affacciate su una magica costiera.
  • FIERI IUSSIT PRO REDEMPTIONE. Mecenatismo, devozione e multiculturalità nel Medioevo amalfitano - Giovanni Camelia, Giuseppe CobaltoCuratori: Giovanni Camelia, Giuseppe Cobalto
    Titolo: Fieri iussit pro redemptione
    Sottotitolo: Mecenatismo, devozione e multiculturalità nel Medioevo amalfitano
    Descrizione: Volume in formato 8°; 423 pagine; illustrato
    Luogo, Editore, data: Amalfi (SA), Centro di Cultura e Storia Amalfitana, 2010
    Collana: Biblioteca Amalfitana
    ISBN-10: 8888283161
    ISBN-13: 9788888283166 
    Prezzo: Euro 25,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni


    Il rilevante ruolo storico di Amalfi nel Mediterraneo medievale riaffiora, attraverso le pagine di questo libro, con rinverdita evidenza ed in forme nitidamente disegnate dal complesso di attente e documentate testimonianze di numerosi ed affermati storici.

    Le otto porte di bronzo bizantine, di cui quattro donate dai ricchi e colti mercanti amalfitani della famiglia dei Comite Maurone, tutte omogeneamente concepite quanto a tecniche, caratteristiche formali e iconografiche, significativamente occupano un posto centrale nell'opera.

  • FlavioGioiapAutore: Antonio Parlato.
    Titolo: Flavio Gioia e la bussola.
    Sottotitolo: Storia minima del magico strumento.
    Descrizione: Volume in 16°; pp. 104.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Colonnese, febbraio 2003
    Disponibilita': No

     


    richiedi informazioni


     

    Flavio Gioia appartiene piu' alla mitologia che alla storia, molti studiosi affermano che "il personaggio non è mai esistito ".

  • i giardini del paradiso robert fisherAutore: Robert I. C. Fisher
    Titolo: I giardini del paradiso
    Sottotitolo: Napoli, Capri, Ischia, la costa di Sorrento e di Amalfi
    Descrizione: Volume cartonato, in formato 4° (cm 30 x 24); 208 pagine; 174 illustrazioni a colori
    Luogo, Editore, data: Napoli, Arte'm, 2011
    Collana: 
    ISBN: 9788856901825
    Prezzo: Euro 30,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    I giardini nel cuore del Centro Antico di Napoli, della collina di Posillipo, dei dintorni: i chiostri di Santa Chiara e dei Girolamini, l’Orto Botanico, villa d’Avalos, la reggia di Portici, villa Lanzara a Nocera, il castello Lancellotti a Lauro, villa De Gregorio di sant’Elia a Portici; Capri e Ischia: il Rosaio,

  • il beato gerardo sasso di scala giuseppe garganoAutore: Giuseppe Gargano
    Titolo: Il Beato Gerardo Sasso di Scala e l'Ordine Militare Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme.
    Presentazione di Angelandrea Casale
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 144 pagine; 32 illustrazioni b/n e colori, tiratura limitata a 350 esemplari.
    Luogo, Editore, data: Tricase (Le), Youcanprint, 2016
    Collana: 
    ISBN: 9788892661080
    Prezzo: Euro 20,00
    Disponibilità: Limitata

     


    richiedi informazioni

    Le origini del Beato Gerardo Sasso, istitutore dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, poi di Rodi, poi di Malta sono state oggetto di secolare disputa tra insigni e qualificati studiosi. Due sono state le tesi in proposito: l'origine francese o provenzale e l'origine amalfitana.
  • le_monete_delle_zecche_minori_della_campania_alberto d'andreaAutore: Alberto D'Andrea
    Titolo: Le monete delle zecche minori della Campania.
    Volume 1
    Prefazione di Beniamino Russo
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14,8);  300 pagine in b/n + 11 tavole a colori + 4 pagine di prezziario
    Luogo, Editore, data: Castellalto (TE), Edizioni D'Andrea, 2011
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni



    Con questo primo tomo inizia l'analisi delle zecche minori della Campania; qui vengono analizzate le coniazioni di Alvignano, Amalfi, Avella e Benevento

  • le_pergamene_degli_archivi_vescovili_amalfi_ravelloCuratrice: Jole Mazzoleni
    Titolo: Le pergamene degli Archivi Vescovili di Amalfi e Ravello
    Volume I. 998 - 1264. Tavole I - XXIV
    Descrizione: Volume in formato 4° (cm 34,5 x 24); 64 pagine n.n.; su 1 facciata di ogni foglio  è riprodotta 1 pergamena, a tutta pagina
    Luogo, Editore, data: Napoli, Arte Tipografica, 1972
    Disponibilità: No

     


    richiedi informazioni

  • tesori_del_regnoAutore: Concetta Restaino
    Titolo: Tesori del Regno.
    Sottotitolo: L'ornamentazione delle cripte delle cattedrali di Salerno e Amalfi nel XVII secolo
    Descrizione: Volume in formato 8° (cm 28 x 24); 220 pagine;  illustrazioni a colori e in bianco e nero
    Luogo, Editore, data: Napoli, Paparo
    ISBN: 9788897083016
    Prezzo: Euro 60,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    Il volume, voluto dalla Soprintendenza per i BAP di Salerno e Avellino, corredato da un ricco apparato documentario, fornisce una prima completa lettura delle decorazioni pittoriche e scultoree delle due cripte delle cattedrali di Salerno e Amalfi, prendendo spunto dal lavoro di restauro condotto dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.