Alexandre Dumas (padre)

Alexandre Dumas (1802 – 1870). Alto, forte, simpatico e bugiardo, ebbe decine di amanti e tanti figli, tra legittimi e illegittimi. Comprese che i lettori volevano storie piene di fatti straordinari, e inventò il feuilleton, come Il Conte di Montecristo e I tre moschettieri. Quindici ore al giorno alla scrivania per far sognare di fughe e duelli, rapimenti e agguati per un totale di più di cento opere, compreso un Grande dizionario di cucina. Quando morì, George Sand scrisse: "Era il genio della vita. Non ha sentito la morte".
  • libro lettere sulla cucina alexandre dumasAutore: Alexandre (padre) Dumas
    Titolo: Lettere sulla cucina
    Sottotitolo: a un sedicente buongustaio napoletano
    Descrizione: Volume in formato 8° 96 pagine.
    Luogo, Editore, data: Milano, Archinto, 2003
    Collana: Archinto - Lettere
    Euro 10,00 
    Disponibilità: 1 esemplare

     


    richiedi informazioni

    Gola e letteratura s'intrecciano in un gustoso epistolario, in tre lettere che sono grandi lezioni di gastronomia, ma soprattutto potenti affabulazioni intorno a un rapporto appassionato con il cibo. Mentre sullo sfondo trascorrono personaggi noti e ignoti dell'Europa di metà Ottocento,

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.