IL TEATRO DI PEPPINO DE FILIPPO


Titolo: Le metamorfosi di un suonatore ambulante.
(126', b/n, 2 parti, 1971)
Interpreti principali: Peppino De Filippo (Peppino Sarachino), Luigi De Filippo (Angelino), Angela Pagano (Marilena), Mario Castellani (Don Guglielmo), Annalisa Fierro (Giulia), Angela Luce (Fragoletta), Gennaro Di Napoli (Giovanni Barbettoni), Gianni Nazzaro (Conte Enrico), Vittorio Congia (Conte Sasà), Gigi Reder (Marchese Filippi), Lelia Mangano (Clara).
Regia televisiva: Romolo Siena.

Il nostro Peppino, che qui fa di cognome Sarachino, sbarca un lunario precario da suonatore ambulante, facendo trio con le sue due sorelle Marilena e Fragoletta. Almeno finquando un vecchio compagno di palcoscenico non gli propone di rimettersi a recitare, al servizio dell'amore contrastato tra il conte Enrico De Frai e Giulia, sorvegliatissima nipote del ricco don Guglielmo. Peppino inizia così le sue metamorfosi, diventando via via lo stregone Venanzio, una statua raffigurante Giulio Cesare, un bebè capriccioso, e, infine, una mummia egizia....In modo che, tra canti e balli, si finisca con l'annuncio di matrimoni tre Enrico e la sua signorina Giulia, e tra Fragoletta e il conte Sasà Cicci di Soppressata. Un nome che da solo è già un programma!

Con la collaborazione artistica di Luigi De Filippo

DVD
Specifiche tecniche
formato video: Pal 1.33:1 4/3
tipo DVD: DVD 5
Audio: Dolby digital 2.0 (dual mono)
Lingua: italiano
Inserti speciali:
sezione DVD – Video: Pappagone in questura, tratto da:'Peppino compie cento anni' (2003)
Sezione DVD – Rom: Pubblicazione elettronica  'Il teatro di Peppino De Filippo'. La vita, il palcoscenico, il trionfo in tv, il ricordo di Eduardo.

Al momento non disponibile

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.