Napoli e il Cinema

Bianchi Patricia e Sabbatino Pasquale
Le rappresentazioni della camorra.
Lingua, letteratura, teatro, cinema, storia.
In 8°, pagine 412.
Napoli, E.S.I., 2009
Euro 44,00
Disponibilità: In commercio
Il libro che qui si offre ai lettori raccoglie i risultati di incontri di studio dedicati dal Dipartimento di Filologia Moderna e dal Master di Letteratura, scrittura e critica teatrale dell’Università di Napoli Federico II al tema della rappresentazione della camorra. Hanno dato il loro contribuito studiosi di diversa formazione e esperienza, affiancati da dottori di ricerca e giovani laureati, proprio per sottolineare una scelta di metodo di lavoro interdisciplinare e di dialogo generazionale su un tema drammaticamente sempre attuale nella realtà napoletana. Occorre innanzi tutto spiegare le ragioni del titolo. Con rappresentazione della camorra nei diversi ambiti si è inteso indicare la diversità dei modi storici di parlare e scrivere di camorra, a partire dalle differenze di ambiente comunicativo, storico, letterario, teatrale e cinematografico, in diacronia e sincronia, e nello stesso tempo si sono volute mettere in rilievo le diverse valutazioni e percezioni del fenomeno camorristico sia da parte dei soggetti che fruiscono di tali rappresentazioni sia da parte di coloro che ne elaborano la rappresentazione. Ne deriva un quadro composito in cui si riconoscono le linee comuni e gli stilemi utilizzati per «raccontare» la camorra, conseguendo così un risultato importante per rendere più trasparente il momento della narrativizzazione della cronaca e della rappresentazione delle cose di camorra rispetto all’atteggiamento insinuante di adesione, identificazione, amplificazione che spesso contamina chi ne scrive. Una ricerca sulle rappresentazioni della camorra implica domande difficili sulla funzione della cultura rispetto alla camorra, e ancora sulla funzione della scrittura di fronte alla trasformazione della camorra storica in moderna criminalità organizzata, nonché sulla funzione dei vari linguaggi nel raccontare il mondo della camorra.

Bignardi Roberta  
Carosello napoletano
Il cinema, la danza e il teatro nell'opera di Ettore Giannini
Prefazione di Giulio Baffi
In 8°, pagine 153
Napoli, Liguori, 2008
Euro 16,00
Disponibilità: In commercio
Il teatro, la danza e il cinema, sono gli elementi centrali di questo libro che propone un´ulteriore lettura del film Carosello napoletano. Palma d´oro al Festival di Cannes del 1954, il Carosello di Giannini è scivolato per anni nelle silenziose pagine della cinematografia italiana, per riscattare il suo splendore solo oggi, grazie al recente restauro, offrendoci lo scenario di una creatività che ha animato l´immediato dopoguerra italiano. L´autore focalizza il suo sguardo su Ettore Giannini e Léonide Massine, sul rapporto danza e cinema all´alba del musical in un´analisi che, partendo dal valore assoluto del corpo, dal suo movimento nello spazio, arriva alla metamorfosi in immagine riflessa sullo schermo grazie al cinema, per completarsi con lo studio della genesi e della ricostruzione del film, attraverso immagini e documenti in gran parte inediti.

Canestrari Carla
Il dialogo filmico di Toto' e l'analisi umoristica.
Applicazione di un modello integrato
Prefazione di Janos S. Petofi.
Pagine 218.
Macerata, Edizioni Simple, 2005
Euro 15,00
Disponibilità: In commercio

Crispino Francesco
Alle origini di Gomorra
Salvatore Piscicelli tra Nuovo cinema e Neotelevisione
Volume in 8°; 176 pagine.
Napoli, Liguori, 2011
Collana: Cinema e storia
ISBN: 978-88-207-5103-6
Euro 22,00
Disponibilità: In commercio
Alla fine degli anni '70 l'Italia vive un passaggio cruciale. Non solo politico e sociale, ma anche (e soprattutto) mediatico e culturale. E' negli anni del 'riflusso' che infatti si realizza lo storico 'passaggio di testimone' tra il cinema, fino ad allora principale medium di riferimento popolare, e la televisione. Un passaggio che riflette un periodo di grande confusione, ma in cui si ravvisa un'inconsueta libertà espressiva. In tal senso l'analisi degli esordi di un artista intermediale come Salvatore Piscicelli, capace di mescolare varie discipline e far dialogare diversi medium, ne mette in evidenza tutte le contraddizioni, ma anche le grandi possibilità. Un'operazione sperimentale determinante per comprendere il 'nuovo cinema napoletano'.

D'Avino Mauro, Rumori Lorenzo, Pasquali Simone
Napoli, si gira
Sottotitolo: Gli scorci ritrovati del cinema di ieri
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15); 192 pagine; 400 foto a colori ed in b/n
Luogo, Editore, data: Roma, Gremese, 2014
Collana: Ciak... si gira!
ISBN: 9788884408716
Prezzo: Euro 18,00
Disponibilità: In commercio

Di Girolamo Lucia
Il cinema e la città
Sottotitolo: Identità, riscritture e sopravvivenze nel primo cinema napoletano
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 156 pagine.
Luogo, Editore, data: Pisa, ETS, 2014
Collana: Vertigo. Percorsi nel cinema (5)
ISBN: 9788846739216
Prezzo: Euro 14,00
Disponibilità: In commercio

Foglia Paola, Mazzetti Ernesto, Tranfaglia Nicola
Napoli ciak
Le origini del cinema a Napoli
In 8°; pagine 80; illustrato
Napoli, Colonnese, 1995
Euro 11,00
Disponibilità: In commercio
La straordinaria vicenda del cinema muto napoletano nasce nel 1896, se consideriamo le prime proiezioni di pellicole in citta; il 1904, invece, se ci riferiamo ai primi tentativi di una produzione cinematografica realizzata nell'ambito della citta stessa.
Con un epilogo unico, nel 1930,anno in cui la «Dora Film», di proprietà della famiglia Notari, cessa l'attività. Uno sguardo complessivo ai titoli ed ai soggetti proposti al pubblico, ci fa comprendere che gli autori napoletani di cinema spaziavano in lungo ed in largo tra sentimenti e linguaggi: dai temi romantici a quelli realistici, attraverso l'esperienza dei film psicologici e di quelli ispirati all'intimismo dannunziano ed allo sfruttamento intensivo degli aspetti folcloristici ed umani dell'ambiente locale. Essi, d'altronde, non rinunciano ad accogliere sollecitazioni ed influenze provenienti da altre scuole cinematografiche. Così, sul palcoscenico del cinema muto napoletano, sfila una svariatissima galleria di personaggi, tra i quali riescono ad elevarsi notevoli e, talvolta, eccezionali figure di attori, attrici, registi, produttori, soggettisti...  Geniale e sregolata, artigiana piu che industriale, prolifica e non conformista, la produzione cinematografica napoletana nell'eta del muto riesce, per circa un ventennio, a fare di Napoli una delle capitali del cinema.  

Fusco Gaetano  
Le mani sullo schermo
Il cinema secondo Achille Lauro
Prefazione di Goffredo Fofi
In 8°; pagine 132
Napoli, Liguori, 2006
Euro 14,00
Disponibilità: In commercio
Negli anni Cinquanta l´interesse del cinema nei confronti di Napoli provocò una certa apprensione nei palazzi del potere municipale. Sindaco dal ´52 al ´58, Achille Lauro scatenò una vera e propria offensiva contro quei film responsabili a suo avviso di proporre una rappresentazione distorta della realtà cittadina. Di più, nel tentativo di ridurre l´immagine del capoluogo partenopeo a vessillo di una presunta modernità laurina, il “Comandante” non esitò ad indossare i panni del produttore e a misurarsi in prima persona con il cinema.
Corredato da un ricco ed inedito apparato fotografico, il saggio ricostruisce il singolare intreccio di politica, spettacolo, propaganda e folclore al centro di una vicenda per molti versi sorprendente
Prefazione - Il padrone del vapore - Napoli nel cinema degli anni Cinquanta: un magnifico set “en plain air” - In laguna si`, nel golfo no - Il cinema e l´immagine “rinnovata” della Napoli laurina - In difesa della città - Alla ricerca di un soggetto cinematografico - L´incontro con Eliana Merolla - Achille Lauro e Eduardo De Filippo - I film prodotti da Achille Lauro: Lui, lei e il nonno (1959) - I film prodotti da Achille Lauro: La contessa azzurra (1960) - Ritorno al passato - Indice dei nomi
 
Iaccio Pasquale  
Il Mezzogiorno tra cinema e storia
Ricordi e testimonianze
In 8°; pagine 260
Napoli, Liguori, 2002
Euro 20,00
Disponibilità: In commercio
Con le testimonianze dei protagonisti (registi, sceneggiatori, attori) si ripercorre, dal di dentro, un suggestivo itinerario cinematografico attraverso il Mezzogiorno dell´ultimo mezzo secolo intrecciando la storia individuale con la storia collettiva.

Iaccio Pasquale
Napoli d'altri tempi
Sottotitolo: La Campania dal cinema muto a "Paisà"
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 15); 340 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Liguori, 2014
Collana: Cinema e storia
ISBN: 9788820759681
Prezzo: Euro 28,99
Disponibilità: In commercio

Iaccio Pasquale, Cozzi Scarpetta Maria Beatrice (Mariolina)
Pionieri del cinema napoletano
Sottotitolo: Le sceneggiature di Vincenzo e i film perduti di Eduardo Scarpetta
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 16); 360 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Liguori, 2016
Collana: Cinema e storia. N. 23
ISBN: 978-88-207-6580-4 9788820765804
Prezzo: Euro 31,99
Disponibilità: In commercio


Il Divo - Un film di Paolo Sorrentino.
Fotografie di Gianni Fiorito
8° oblungo, pagine 126, legatura editoriale.
Napoli, Dante & Descartes, 2008  
Euro 20,00
Disponibilità: In commercio
Sceneggiatura del film di Sorrentino nelle foto di Gianni Fiorito.

Jelardi Andrea 
Vita straordinaria di un grande protagonista dello spettacolo italiano del Novecento
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15); 225 pagine; immagini in b/n
Luogo, Editore, data: Napoli, Kairòs, 2012
Collana: All'Ombra del Vulcano
ISBN: 9788895233765
Prezzo: Euro 14,00
Disponibilità: In commercio

L'alba del cinema in Campania
Dalle origini alla Grande Guerra (1895-1918)
a cura di Pasquale Iaccio
con una prefazione di Pierre Sorlin
inserto fotografico di Mario Franco
In 8°; pagine 352
Napoli, Liguori, 2010
Euro 35,00
Disponibilità: In commercio
Prima tappa di una ricerca collettiva sul più che secolare percorso del cinema in Campania: per la prima volta l’analisi del cinema “napoletano” viene estesa ai piccoli centri della regione, mentre l’esame dei contenuti delle pellicole mira a coglierne le implicazioni sociali e associative. Frutto di indagini in archivi e biblioteche campane, l’opera rivela aspetti inediti (costruzione di sale, nascita di un pubblico specifico) e l’immaginario di una società in trasformazione. Inoltre, per la prima volta, ci si sofferma sugli antenati del documentario (i “dal vero”) che diffondono per il mondo una icona regionale esito di un precipitato visivo antico di secoli.
Indice - Prefazione - Parte I  L´alba del cinema a Napoli. Il documentario tra mito stereotipi e realtà - Parte II  L´occupazione della città. Dagli ambulanti alle sale fisse - La nascita dello spettatore cinematografico - Parte III  L´espansione nella regione. L´alba del cinema nel salernitano. Il capoluogo - Una città di provincia: Cava de´ Tirreni - Tracce di luce. L´esercizio cinematografico nella provincia sannita - L´Irpinia e il cinema: un rapporto contraddittorio - Il cinematografo a Caserta - È nata una stella. Il cinema strumento della modernità - Parte IV  Sul cinema napoletano. Dalle origini al declino

Lambiase Sergio
Capri Movies - Sophia, Totò, B.B. & gli altri
Filmografia a cura di Germana Ayala
Volume in cofanetto con numerose immagini a colori e in bianco e nero
In 8°, pagine 179
Euro 55,00
Disponibilità: In commercio
Capri, fin dagli inizi del Novecento, è stata scelta, per le sue valenze e le sue icone, come set di tantissimi film ambientati completamente, o solo in parte, sull' isola. Questo grande set naturale ci ha offerto, di volta in volta, film di qualità e di argomenti diversissimi: da quelli problematici ed "impegnati" di Godar e Patroni Griffi, a quelli demenziali ed irriverenti di Totò, a quelli "musicarelli" degli anni Settanta fino a quelli più recenti di tipo "natalizio". Una varietà emblematica di come Capri è stata e viene percepita, vissuta, trasformata attraverso il filtro cinematografico.

Melanco Mirco  
Come il cinema italiano ha raccontato le trasformazioni del paesaggio dal sonoro ad oggi
Con un saggio sul cinema napoletano sonoro
Introduzione di Gian Piero Brunetta
In 8°, pagine 264.
Napoli, Liguori, 2005
Euro 20,00
Disponibilità: In commercio
 
Montariello Carlo  
Dalla realtà all'arte senza soluzione di continuità
Introduzione di Mino Argentieri
In 8°; pagine 232
Napoli, Liguori, 2006
Euro 18,00
Disponibilità: In commercio
 
Olivieri Ugo Maria , Rovinello Mario , Speranza Paolo
L'onda della libertà
Sottotitolo: Le Quattro Giornate di Napoli tra storia, letteratura e cinema
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 112 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, ESI, settembre 2015
Collana: La memoria narrata - sezione memorie e storia. N. 1
ISBN: 9788849530483
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilità: In commercio

Paliotti
 Vittorio,Grano Enzo
Napoli nel Cinema
Sottotitolo: Pionieri e dive del muto tra fine '800 e primo '900.
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 21 x 14); 183 pagine; 40 illustrazioni in monocromia fuori testo.
Luogo, Editore, data: Napoli, Marotta & Cafiero, novembre 2006
Collana: La citta' raccontata
Prezzo: Euro 13,00
ISBN: 88-88234527
Disponibilita': Limitata

Patriarca Emanuela
Totò nel cinema di poesia di Pier Paolo Pasolini.
Lo straordinario incontro di due grandi personaggi.
Pagine 168.
Firenze, MEF, 2006
Euro 11,80
Disponibilità: In commercio
La sceneggiatura e la regia di Pasolini, la carica interpretativa di Toto' nel film “Uccellacci e Uccellini”e nei due cortometraggi “La Terra vista dalla Luna” e “Che cosa sono le nuvole?” Partendo dal cinema di poesia di Pasolini e ricordando la comicita' di Toto', Emanuela Patriarca mette in relazione questi due diversi mondi, tanto distanti quanto umani, per rileggere le opere che hanno visto uniti i due artisti. Cosi', da un film di straordinaria bellezza come “Uccellacci e Uccellini” ai due cortometraggi “La Terra vista dalla Luna” e “Che cosa sono le nuvole?”, l’Autrice percorre il cammino che ha permesso a Pasolini di guidare un attore indomabile come Toto' nella recitazione, spogliandolo della sua crudelta' recitativa e rendendolo fragile “come un implume”. Un saggio che offre un interessante approfondimento della vicenda umana e artistica del grande scrittore e regista italiano.

Atti del Convegno interdisciplinare.
Napoli 24-25 marzo 2003
S.Giorgio a Cremano 26 marzo 2003.
A cura di Pasquale Sabbatino e Giuseppina Scognamiglio.
Volume in formato 8° (cm 24 x 17) con sovracoperta; 519 pagine; 8 figure in b/n nel testo e alcuni disegni, sempre in b/n nel testo, di Peppino De Filippo; 9 foto a colori fuori testo (riprendono i relatori del Convegno); 520 pagine
Napoli, E.S.I., settembre 2005
Euro 38,00
Disponibilità: In commercio
 
Ravveduto Marcello
Storia e immagini della camorra tra cinema, sceneggiata e neomelodici
Prefazione di Giuliano Amato
Edizione in formato 8° (cm 24 x 16); 218 pagine.
Napoli, Liguori, 2007
Euro 17,00
Disponibilità: In commercio
Luoghi comuni, rivelazioni ed episodi passati e recenti dell'ambiguo mondo neomelodico. Una galleria di storie ed immagini di un fenomeno meridionale: la globalizzazione nella marginalita'. Il mercato della canzone napoletana, tra cerimonie, feste di piazza, trasmissioni televisive, produzioni discografiche e contraffazioni, produce un giro d'affari milionario che richiama l'interesse dei clan.
Una storia di Napoli, raccontata attraverso scene di film e testi di canzoni, che svela gli aspetti 'culturali' del potere camorrista. Dalla sceneggiata alla neomelodia si dipana un filo rosso che unisce, separando, le biografie artistiche di tanti interpreti della musica napoletana tra cui spiccano Mario Merola, Nino D'Angelo, Gigi D'Alessio e Pino Daniele.
Marcello Ravveduto e` Dottore di Ricerca in Storia e Sociologia dei media e dell'industria presso l'Universita' di Salerno. Nel 1997 ha scritto Libero Grassi. Storia di un siciliano normale, edito dalla Ediesse. Nel 2006 ha pubblicato, insieme a Isaia Sales, Le strade della violenza per l'Ancora del Mediterraneo (Premio Napoli 2007 per la saggistica). Collabora con la cattedre di Storia Contemporanea e di Storia dei mezzi di comunicazione di massa presso il corso di laurea e la facolta' di Scienze della Comunicazione dell'Universita' di Salerno e de 'La Sapienza' di Roma. E` presidente dell'associazione antiracket 'Coordinamento Libero Grassi'.

Sabbatino Pasquale, Scognamiglio Giuseppina (curatori)
Per Peppino De Filippo attore e autore
In 8°; pagine 376.
Napoli, E.S.I., 2010
Euro 40,00
Disponibilità: In commercio
Nell’avvertenza Al lettore, premessa alla raccolta Farse e Commedie, si può ammirare un noto autoritratto: «Io, Peppino De Filippo, uomo, voglio presentarvi Peppino attore_autore perché meglio di me, vi assicuro, nessuno lo conosce». Le opere teatrali di Peppino richiedono l’avvio di un’adeguata “stagione filologica” in cui allo studio sincronico e diacronico delle tematiche che animano i testi si affianchino il confronto tra le prime stesure dialettali di molti atti unici nati per il Teatro Umoristico e le successive versioni in lingua al momento della loro pubblicazione in rivista e in volume, lo studio variantistico nel passaggio degli atti unici e delle commedie dalla prima (1964) alla seconda edizione (1971) di Farse e Commedie, tenuto conto anche dell’altrettanto nutrito novero degli inediti, e l’approfondimento delle questioni relative alla inesausta attività di Peppino come adattatore, riduttore e traduttore di opere altrui (Molière, Pirandello, Plauto). Il volume, ricco di interventi volti ad indagare direttamente sui testi teatrali di Peppino, nelle sue componenti tematiche, linguistiche e filologiche, nonché sulle citazioni letterarie in essi presenti, affronta molteplici aspetti della sua poliedrica ed eclettica personalità, dalla scelta di abbandonare il teatro dialettale alle performances linguistiche di Pappagone, dalla sua attività di poeta e autore di fiabe in versi ed in prosa alle sue capacità performative quale attore di teatro e di cinema alle garbate rappresentazioni narrative e teatrali di natura autobiografica.

Savarese Maria, Fiorito Gianni
Sui set di Paolo Sorrentino
Sottotitolo: Il cinema del premio Oscar Paolo Sorrentino
Fotografie di Gianni Fiorito
Catalogo della mostra all’Abbazia del Goleto di Sant’Angelo dei Lombardi, dal 25 ottobre al 30 novembre 2014.

Descrizione: Volume in formato 8° (cm 30 x 24); 64 pagine; 
Luogo, Editore, data: Napoli, Arte'm
Collana: Fotografia
ISBN: 9788856904758 978-88-569-0475-8
Prezzo: Euro 20,00
Disponibilità: In commercio

Scialo` Pasquale (curatore)
Rappresentazione di un genere popolare.
Interventi di Peppe Avallone, Luciano Villevieille Bideri, Paquito Del Bosco, Goffredo Fofi, Mario Franco, Marino Niola, Pasquale Scialo`.
Volume in formato 4° (cm 29,5 x 21); 289 pagine; moltissime foto in b/n ed alcune a colori..
Napoli, Alfredo Guida, dicembre 2002
ISBN: 88-7188-689-5
Disponibilità: No
  
Settuario Adriana
L’espressione triste che fa ridere.
Totò e Monicelli
Prefazione di Goffredo Fofi.
Pagine 300; alcune illustrazioni in b/n.
Napoli, Graus Editore, 2007
Euro 25,00
Disponibilità: In commercio
Un testo che non può mancare nella biblioteca di ogni buon cinefilo, amante di Toto' e dell’arte registica di Monicelli. I 7 film, oggetto della trattazione, sono stati scandagliati dettagliatamente, ripercorrendo di ogni pellicola il tracciato narrativo, descrivendone e commentandone i passi salienti nonché confrontando le sequenze montate con le sceneggiature originarie, tra l’altro non facilmente reperibili. Comparazioni come quelle scaturite dalle sceneggiature originali di “Guardie e ladri” o “Totò e Carolina”, conservati nella Biblioteca Cantonale di Lugano, e di “Totò e le donne” o “Risate di Gioia” hanno permesso di elencare, individuare e precisare i cambiamenti effettuati durante le riprese. Questa lettura filologica dei testi-film fornisce dei preliminari inediti. Insomma sara' come avere a portata di mano i film senza l’ausilio dello schermo, con le stesse risate assicurate. In particolare, viene fuori l’opera dell’attore lungo tutto l’arco di piu' di un ventennio in rapporto ai fermenti, alle antinomie del cinema italiano e al clima politico-culturale che si respirava nella societa'. Oltre alle interviste a registi e sceneggiatori, sono state rispolverate vecchie recensioni da cui, tra l’altro, proviene una smentita a quel luogo comune secondo il quale Toto' avrebbe avuto la stragrande maggioranza della critica contro.
Un ritratto a piu' dimensioni dell’attore partenopeo, in cui Monicelli ravvisa la vena di follia definendo l’artista uomo senz'anima.

Sommario Giuseppe
L'Arte della Leggerezza.
Prefazione di Orio Caldiron.
Volume in formato 8° (cm 22,5 x 14,5); 208 pagine.
Soveria Mannelli (CZ), Rubbettino, settembre 2004
Euro 15,00
Disponibilità: In commercio
 
Tabanelli Roberta
Il cinema di Mario Martone, Antonio Capuano e Pappi Corsicato
In 8°; 191 pagine
Ravenna, Longo, febbraio 2011
ISBN: 97888 80636632
Euro 18,00
Disponibilità: In commercio

Tortora Matilde 
Anna Maria Ortese
Sottotitolo: Cinema
Descrizione: Volume in formato 8°; 96 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Quaderni di CinemaSud, 2010
ISBN: 9788863200676
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilità: In commercio

FINE

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.