ABISSINIA (1888 - 1896). Volume I. Studi di "Tartarin" durante la prima Campagna d'Africa - Edoardo Scarfoglio

abissinia_edoardo_scarfoglioAutore: Edoardo Scarfoglio
Titolo: Abissinia (1888 - 1896).
Sottotitolo: Volume I. Studi di "Tartarin" durante la prima Campagna d'Africa
Prefazione di Carlo Scarfoglio
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 14,5); 333 pagine; firma di appartenenza in copertina ed alla prima pagina della prefazione.
Luogo, Editore, data: Roma, Edizioni Roma, s.d. (Anno XIV e.f.)
Prezzo: 
Disponibilità: No 

 


richiedi informazioni

Protagonista di una straordinaria avventura umana, letteraria e giornalistica, amico di D'Annunzio e di molti dei più significativi intellettuali dell'Italia tra Otto e Novecento, marito di Matilde Serao, Edoardo Scarfoglio dedicherà alla prima vicenda coloniale italiana centinaia di interventi sulle testate che fondò e diresse a Napoli, dopo gli anni dell'apprendistato romano: "Il Corriere di Napoli" e "Il Mattino".

Scarfoglio concepí la presenza italiana in Africa come un necessario complemento agli sforzi di affermazione europea della giovane nazione e si recò in Abissinia per confermare questa posizione. Queste pagine, nelle quali si mescolano giudizi politici e notazioni di costume, restituiscono l'immediatezza di quel lungo e rischioso itinerario.
Il lungo e rischioso itinerario di Edoardo Scarfoglio nell’Abissinia pre-coloniale, in un caleidoscopio di giudizi politici, note di costume e aneddoti avventurosi. Ipotesi pionieristica su un colonialismo italiano che ambiva a "completare la dote" di una giovane nazione europea come l'Italia di fine Ottocento.

 


richiedi informazioni