DALLA STARZA DEI CORVI - Pino Lodato

Dalla_Starza_dei_Corvi_pAutore: Pino Lodato
Titolo: Dalla starza dei corvi.
Sottotitolo: Favola di un viaggio su carretta tra musica, arte popolare e solenne mangiare.
Romanzo
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 20,5 x 15); 199 pagine.
Luogo, Editore, data: S.L., Pino Lodato, maggio 2007
Prezzo: Euro 9,00
Disponibilita': 1 esemplare disponibile

Presentazione

"Dalla Starza dei Corvi" non si legge come un romanzo perché non è un romanzo. Non è solo un libro di poesie e canzoni, men che meno una raccolta di ricette.

E' un libro molto speciale, però per meglio gustarlo non bisogna cercare la trama, ma immaginare il gusto di quello che si legge, aspirare gli odori che escono dalle pagine, godere le mille storie che legano i personaggi.

Gli eroi di questa "favola di viaggio" sono gli ingredienti dei piatti della cucina popolare: di ognuno di essi c'è quel tanto che basta per dare sapore senza nascondere gli altri, e chi legge non deve far altro che lasciar correre la fantasia e l'immaginazione buttandosi affamato fra pagine apparecchiate come un banchetto.

Le portate sono per tutti i gusti; passano in parata perciatielli e ziti, cavalli e ciucciarielli, tortani e pupacchielle, carrettieri e seggiari, vruoccoli e vucculari, signori e furfanti, provola e ventresca, mentre caffettiere scurite e tazzone schiumanti di latte risuonano col ritmo di una banda dietro una processione.

Dunque non resta che entrare in queste pagine e dare la mano a Zuvardiello e zi' Ntunino, Cumpa' Tanino e Biasiello, Genuveffa e Pimmachiello, Diamantina e Cenzinella...

Non resta che viaggiare al ritmo lento dei carretti e ritrovare i nostri luoghi che nella narrazione si fanno arcani e fiabeschi: Cravanico , San Severino, Siano, Materdomini, Triggio di Castel San Giorgio...

Non resta che lasciarsi annebbiare la mente dai vini forti o "inzuccherati" che serpeggiano fra le pagine: vino 'e Gragnano, bianco greco di Pandola, lambiccato di Castel San Lorenzo, moscato di Scala di Ravello, vino "fatto assoluto con l'uva di Bari"...

Non resta che abbandonarsi all'ilare e saggio girotondo della vita, al tripudio di odori e sapori, alla carnalita' di un libro che ci lascia sazi e felici e ci permette di continuare a sorridere anche se passiamo davanti ad un fastfood.
Antonietta Piscione
Patrizia Giordano

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.