I FANTASMI SONO INNOCENTI. Misterioso incontro di un magistrato con il "Fantasma della Vicaria" - Maria Gargotta

i_fantasmi_sono_innocenti_maria_gargottaAutore: Maria Gargotta
Titolo: I fantasmi sono innocenti
Sottotitolo: Misterioso incontro di un magistrato con il "Fantasma della Vicaria"
Prefazione di Francesco D'Episcopio
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 13); 320 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Rogiosi, 2016
Collana: Narrativa
ISBN: 978-88-6950-186-9 9788869501869
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni

Napoli, anni ’90. Castel Capuano, ancora per poco Palazzo di Giustizia, secondo una suggestiva leggenda, ospita tra le sue mura il fantasma della seducente ed inquieta Giuditta Guastamacchia, impiccata nel 1800 per aver concertato il delitto del marito. Sante Santeri, magistrato siciliano, tormentato da anni dalla morte del padre per mano della mafia e inviato a Napoli per ostacolare la sua ossessiva ricerca di verità, si incontra e si scontra con il fantasma di Giuditta e con la sua terribile vicenda, rimanendone insieme sconvolto e affascinato.

L’incontro imprevisto con il fantasma della donna, che tra l’altro guida il magistrato alla risoluzione di un “caso” vicino al proprio, fatto di passione e compassione, sarà per lui, e per la sua lucida e razionale inchiesta sul male, rivelatore di ignote e insospettate zone d’ombra, di nuove consapevolezze, che lo guideranno alla scelta risolutoria della sua vita. Sullo sfondo vive una Napoli sotterranea e segreta, come i fantasmi che la abitano; una Napoli misteriosa e sino ad oggi esclusa dalla letteratura ufficiale, che l’autrice recupera e rilancia tra storia e fantasia.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.