IL RACCONTO DEI RACCONTI - Giambattista Basile
, Ruggero Guarini

il racconto dei racconti giambattista basile ruggero guariniAutore: Giambattista Basile
Titolo: Il racconto dei racconti.
Traduzione di Ruggero Guarini.
A cura di Ruggero Guarini, Alessandra Burani.
Descrizione: In 8°; pp. 668
Luogo, editore, data: Milano, Adelphi, 2010
Collana: Gli Adelphi
isbn: 9788845924989
Prezzo: Euro 18,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni



Pochi italiani sanno che alcune delle più belle fiabe del mondo, da Cenerentola al Gatto con gli stivali, un po’ prima di finire dentro i libri di Perrault e Grimm, dove tutti le scoprimmo da bambini, erano giunte all’orecchio del napoletano Basile, che all’inizio del Seicento le acciuffò e inguainò nella sua lingua, infilandole in quel Cunto de li cunti che fu definito da Croce il «più bel libro italiano barocco» e da Italo Calvino «il sogno d’un deforme Shakespeare partenopeo».
Ancora oggi, infatti, per la più parte degli italiani, compresi quelli che leggono molto e forse talvolta anche troppo, questo libro straordinario, insieme regale e cencioso, gentile e brutale, fastoso e plebeo, resta un capolavoro sconosciuto.
A farlo diventare, come meriterebbe, un libro «popolare», non sono purtroppo bastate, finora, né le referenze di Croce, che per primo lo volse in italiano, né qualche traduzione più recente.
Questa nuova versione italiana, in una lingua accessibile e piana ma aderentissima al colore e al ritmo del testo originale, farà scoprire a molti uno di quei rari libri che tutti devono e possono leggere.
Lo cunto de li cunti overo lo trattenemiento de’ peccerille uscì postumo nel 1634-1636.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.