SCORCIATOIA PER LA MORTE. Romanzo - Massimo Siviero

scorciatoia per la morte massimo sivieroAutore: Massimo Siviero
Titolo: Scorciatoia per la morte
Romanzo 
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 192 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Tullio Pironti, 2015
ISBN: 9788879376877 978-88-7937-687-7
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: In commercio


Il commissario Ercole Basile, dopo tre anni alla Mobile di Milano, è tornato a Napoli perché ha un conto aperto con la città.
Tante sono le preoccupazioni che lo tormentano, a cominciare da un matrimonio che, complice la parentesi milanese, è naufragato, insieme al rammarico di non essere riuscito a riportare sicurezza nella bella Partenope.


Non è mai stato un pistolero, sa bene che nel suo lavoro occorrono fiuto e meningi più del piombo. Eppure, da quando è stato mandato al commissariato San Ferdinando, ai Quartieri Spagnoli, ha sempre con sé una calibro 9. Soprattutto da quando la città è sotto choc a causa di un serial killer che sta seminando il terrore: un rapinatore solitario che un giorno assalta le banche, quello dopo uccide. Ogni raid viene seguito da un omicidio.

Il killer – che sulla scena del crimine lascia sistematicamente bottoni in osso anni Cinquanta con strass – sembra spiare Basile: lo raggiunge al cellulare, gli parla come se lo conoscesse, arrivando a minacciare le persone a lui care. Un'indagine senza respiro, piena di ombre e sospetti, in cui il protagonista dovrà mettere insieme, come in un puzzle, tutti i tasselli di una storia che affonda le sue radici in un passato lontano.

Massimo Siviero, nato a Roma da genitori napoletani, è giornalista professionista.
Ha lavorato per trent'anni per il quotidiano della sua città, «Il Mattino», e dieci per «Il Messaggero» di Roma, di cui è stato corrispondente.
Ha già pubblicato i romanzi Il diavolo giallo (Camunia, 1992), Il terno di San Gennaro. Un giallo tutto napoletano (Lo stagno incantato, 1999), Un mistero occitano per il commissario Abruzzese (Claudiana, 2001), Vendesi Napoli (Dario Flaccovio, 2005), Mater Munnezza (Edizioni CentoAutori, 2011), Caponapoli (Arnoldo Mondadori, 2012), e svariati racconti
confluiti in diverse antologie.
Ha firmato, tra l'altro, un saggio su Come scrivere un giallo napoletano (Graus, 2003) e documentato che la primogenitura di questo genere appartiene a Napoli.
È componente del consiglio direttivo e responsabile per la Campania del Sindacato Nazionale Scrittori.
Nel 2002 ha ricevuto il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio per la narrativa e nel 2006 il Premio Internazionale di giornalismo "Sebetia-Ter".

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.