LA MIGLIOR COMPAGNIA - Stefano Cortese

LA MIGLIOR COMPAGNIA - Stefano CorteseAutore: Stefano Cortese
Titolo: La miglior compagnia
Il volume contiene due racconti lunghi: La miglior compagnia - Cinna torna a casa 
Descrizione: Volume in formato 8°; 82 pagine.
Luogo, Editore, data: Mantova, Universitas Studiorum, 2014
ISBN: 9788897683421
Prezzo: Euro 10,00
Disponibilità: In commercio

 Si tratta di due racconti lunghi: il primo, La miglior compagnia, ha come protagonista il poeta Publio Virgilio Marone, ospite nella scuola del maestro epicureo Sirone, sulla collina di Posillipo a Napoli.
  Siamo nel 42 a.C., all'indomani della battaglia di Filippi e Virgilio si trova ad affrontare il grande dramma degli espropri terrieri, che hanno coinvolto anche la sua famiglia. A contatto con la bellezza sublime del Golfo di Napoli e le reminiscenze della grande Pianura mantovana, il giovane poeta troverà l'ispirazione per comporre la sua prima, grande, opera: Bucoliche.

  Il racconto Cinna torna a casa racconta, invece, del travaglio intimo del poeta Elvio Cinna, miglior amico e collega del compianto Gaio Valerio Catullo. Lontano da Roma, coinvolta negli scontri immediatamente precedenti la Guerra Civile tra Cesare e Pompeo, il poeta Cinna si rifugia a Brescia, sua patria, afflitto da un grave quesito: perché  Catullo  non ha mai commentato i suoi versi?

  Il libro ci riporta indietro agli anni degli Dei, del Fato, di un mondo tanto antico quanto affascinante. Avvalendosi della cura del Professor Crescenzo Formicola, ordinario di Storia della Letteratura Latina presso l'Università "Federico II", La miglior compagnia nasce anche dall'intento dell'Autore di commemorare i 2000 anni dalla morte di Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto, avvenuta il 19 agosto dell'anno 14 d. C.

Dalla Prefazione di Crescenzo Formicola: "Lo squarcio biografico, filtrato dalla trama sottile e discreta da romanzo storico, restituisce al lettore quella riconciliazione con l’antico, di cui s’avverte – e si deve avvertire – tutta la diversità e lo scarto, talvolta assai esteso, con l’attualità (...).
La scrittura di una gradevolissima prosa poetica promettente e forse, ad ampi tratti, già sicura, di Stefano Cortese offre una prova sicura di un modo senza dubbio fascinoso di proporre, oggi, spaccati di cultura classica".
Commento tratto dal sito web NapoliFatti&Misfatti

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.