ABISSINIA (1888 - 1896). Volume I. Studi di "Tartarin" durante la prima Campagna d'Africa - Edoardo Scarfoglio

abissinia_edoardo_scarfoglioAutore: Edoardo Scarfoglio
Titolo: Abissinia (1888 - 1896).
Sottotitolo: Volume I. Studi di "Tartarin" durante la prima Campagna d'Africa
Prefazione di Carlo Scarfoglio
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 14,5); 333 pagine; firma di appartenenza in copertina ed alla prima pagina della prefazione.
Luogo, Editore, data: Roma, Edizioni Roma, s.d. (Anno XIV e.f.)
Prezzo: 
Disponibilità: No

Protagonista di una straordinaria avventura umana, letteraria e giornalistica, amico di D'Annunzio e di molti dei più significativi intellettuali dell'Italia tra Otto e Novecento, marito di Matilde Serao, Edoardo Scarfoglio dedicherà alla prima vicenda coloniale italiana centinaia di interventi sulle testate che fondò e diresse a Napoli, dopo gli anni dell'apprendistato romano: "Il Corriere di Napoli" e "Il Mattino".

Scarfoglio concepí la presenza italiana in Africa come un necessario complemento agli sforzi di affermazione europea della giovane nazione e si recò in Abissinia per confermare questa posizione. Queste pagine, nelle quali si mescolano giudizi politici e notazioni di costume, restituiscono l'immediatezza di quel lungo e rischioso itinerario.
Il lungo e rischioso itinerario di Edoardo Scarfoglio nell’Abissinia pre-coloniale, in un caleidoscopio di giudizi politici, note di costume e aneddoti avventurosi. Ipotesi pionieristica su un colonialismo italiano che ambiva a "completare la dote" di una giovane nazione europea come l'Italia di fine Ottocento.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.