PULCINELLA. Il trionfale ritorno di Horus - Francesco Pisano

pulcinella_horusAutore: Francesco Pisano
Titolo: Pulcinella
Sottotitolo: Il trionfale ritorno di Horus
Descrizione: Volume in 8° (cm 23 x 16,5); 128 pagine; illustrazioni  in b/n nel testo
Luogo, Editore, data: Pozzuoli (NA), Antonio Pisano, aprile 2011
ISBN: 9788895938097
Disponibilita': No

Riguardo a Pulcinella potevo anche fermarmi alla mia intuizione - del tutto nuova e dirompente - sulla sua identità, esposta, con l'ausilio di attendibili testimonianze, nel mio recente Satana e Dio nella tombola napoletana: il Cetrulo è una carnevalesca riedizione di Horus. Sennonchè sul fenomeno Pulcinella, nel corso del mio viaggio di esplorazione attraverso il misterioso e affascinante mondo dei numeri custoditi nel fecondo "panariello", avevo trovato dell'altro; tanto. Erano tutte cose che mi sembravano di grande interesse, perlopiù inedite, ma che purtroppo, per la loro ampiezza e specificità, non potevano trovare posto in Satana e Dio. Abbisognavano di una pubblicazione ad hoc; pubblicazione che nella mia "Opcit" promettevo ai lettori.
Orbene, la promessa l'ho mantenuta: il libro - il qui presente libro, intitolato Pulcinella. Il trionfale ritorno di Horus - l'ho scritto.
Sulle cospicue e importantissime novità che lo caratterizzano, che vanno a confermare e arricchire quanto da me già ipotizzato intorno al fenomeno in questione, non voglio dare anticipazioni per non togliere a chi legge il gusto della scoperta. Dico  solo - questo si - che esso ancora una volta offre di Pulcinella e di diverse cose a lui correlate una lettura inedita. Che essa sia anche quella giusta, beh, questo non spetta a me dirlo. Giudichino i lettori e, se vogliono, mi facciano sapere. Non mi si venga però ancora a raccontare, attestandosi su vecchie aprioristiche e non documentate posizioni, che Pulcinella, come il grande Benedetto Croce asseriva, non si può definire, ragion per cui...
Don Benedetto conosceva tante cose, è vero, ma purtroppo non conosceva l'antico linguaggio dei simboli, senza la padronanza e l'utilizzo del quale sul Cetrulo puoi dire anche tantissimo, ma alla comprensione della sua vera, straordinaria, divina ascendenza e della peculiarissima sua natura diffÏcilmente arrivi. E questo vale non solo per il fenomeno Pulcinella, ma per qualsiasi altro che come quello pulcinellesco si dovesse presentare a noi carico di simboli chiaramente connessi con il mondo antico.


Nota introduttiva
1. Il fenomeno Pulcinella. Un necessario supplemento d'indagine
1.1. Pulcinella = Horus. Nihil obstat, pare; ma la ricerca continua
1.2. Determinante per la nascita del fenomeno Pulcinella; un libro di Plutarco: Iside e Osiride
1.3. I miei interventi su Pulcinella/Horus in Satana e Dio nella tombola napoletana
1.4. E' sempre Horus (e le divinità solari a lui equiparate): il segreto del grande successo internazionale del Cetrulo
1.5. La "Comparsa Primordiale" di Pulcinella. Come mai proprio ad Acerra?
2.  Pulcinella e Acerra
2.1. La presenza di Horus e assimilati nell'antica Acerra
2.2. Anche a Suessula...
2.3. Un'affascinante ipotesi: già in antico - e proprio in territorio acerrano-suessulano perchè no? - Horus divenne un "Pulcinella"
2.3.1.1 probabili ideatori della "cetrulesca" metamorfosi di Horus
2.3.2. Un'importante scoperta: la personalità pulcinellesca di Horus già mirabilmente tirata fuori dall'inventore della maieutica: Socrate
2.4. Una curiosa storia: la leggenda della friggitrice di Acerra. Proposta di decifrazione del suo misterioso simbolismo
2.5. Conclusione del viaggio nell'antica Acerra e "contorni"
3. Il fondamentale contributo del Mito di Osiride alla costruzione del fenomeno Pulcinella. Ancora un copioso insieme di tasselli a Denominazione Osiriaca Controllata
3.1. La straordinaria nascita di Pulcinella dall'uovo: una carnevalesca riedizione della "Cosmogonia isiaca"
3.2. Il Cetrulo e l'Asino. Ma che bella accoppiata!
3.3. I colori di Pulcinella: il bianco e il nero; e, per completare, un azzeccato tocco di rosso sethiano
3.3.1. Una interessante intuizione: i colori pulcinelleschi vanno probabilmente messi in relazione anche con l'alchimia
Note
Bibliografia

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn