I RAGAZZI DI NOFI - Domenico Rea

i_ragazzi_di_nofiAutore: Domenico Rea
Titolo: I ragazzi di Nofi.
Racconti.
Introduzione di Renato Barilli
Il volume contiene i racconti Ritratto di maggio e Quel che vide Cummeo.
Descrizione: Volume in formato 16° (cm 17 x 12); pp. 192.
Luogo, Editore, data: Roma, Avagliano, 1999
Collana: Il Melograno
ISBN: 88-8309-025-X
Prezzo: Euro 10,00
Disponibilita': Si


Due racconti magistrali: Ritratto di maggio e Quel che vide Cummeo. Tra scuola e vita vissuta, la rievocazione implacabile e fervida di un'infanzia allo sbando, nella mitica Nofi che fa da sfondo alle più belle pagine dello scrittore.

 

Disposti l’uno di seguito all’altro, i due ampi racconti compresi in questo libro vanno a costituirsi come capitoli di un unico romanzo: quello dell’infanzia nelle campagne, i vicoli, i cortili, i bassi, le decrepite aule scolastiche della mitica Nofi. il “Ritratto di Maggio” è la vecchia foto di una scolaresca di bambini di una prima elementare che anche nel loro collocarsi e atteggiarsi rivelano l’appartenenza ad un mondo di rigidi ruoli e barriere sociali, di sofferenza e di impossibilita' ad uscirne, che la scrittura disegna per rapidi e incisivi scorci. Dalla vecchia foto fuoriescono i destini di quei bambini, e proprio uno di essi è scelto a protagonista del secondo racconto “Quel che vide Cummeo”, che narra la vicenda esistenziale di Cummeo, alle prese con un ambiente di miseria e corruzione, fino al patetico riscatto finale.


Domenico Rea (Napoli 1921 – 1994) trascorse l’infanzia e la prima giovinezza a Nocera Inferiore; poi, dopo un breve soggiorno a Milano, si stabili' definitivamente a Napoli. La metropoli partenopea e Nofi (una ricreata Nocera Inferiore) rappresentano gli sfondi ambientali consueti e la materia stessa di cui si è nutrita la sua narrativa. Come scrittore esordi' nel 1947 con Spaccanapoli, a cui seguirono numerose altre raccolte di racconti, fra cui: Gesù, fate luce (1950), I Racconti (1965), Il fondaco nudo (1985), e i romanzi Una vampata di rossore (1959) e Ninfa plebea (1992), da cui Lina Wertmuller ha tratto l’omonimo film. Tra i suoi libri di saggistica: Il re e il lustrascarpe (1960), Pulcinella (1968), Diario napoletano (1971), Fate bene alle anime del Purgatorio (1973), Pensieri della notte (1987).

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.