PARTENOPE, LE SIRENE E ULISSE - Angelo Manna

Partenope_le_Sirene_e_Uliss_pAutore: Angelo Manna
Titolo: Partenope, le Sirene e Ulisse
Saggio introduttivo di Lorenzo Terzi.
Descrizione: Volume in 8° (cm 24 x 16); pp. 287.
Luogo, Editore, data: Napoli, Giannini, maggio 2004
Numero di edizione: Prima
Prezzo: Euro 23,00
ISBN: 88-7431-248-2
Disponibilita': Limitata

È una ricerca di storia, di archeologia, di mitografia condotta con estremo rigore ma con un lessico aggressivo e volutamente provocatorio - al quale del resto l'Autore ci ha da tempo abituati - con dotte citazioni in greco, latino e... napoletano.
La tripartizione in Partenope, le Sirene e Ulisse è soltanto ideale trattandosi di un tutt'uno organico, con un alternarsi ricorrente di richiami e rinvii reciproci da una parte all'altra.


Le conclusioni alle quali l'Autore perviene in questa singolare lettura dell'Odissea, basate su una logica stringente ma sicuramente in contrasto con le interpretazioni sinora dominanti, non mancheranno di far discutere.

E ciò, in particolare, per le ipotizzate localizzazioni dei siti di Palaiapolis, la citta' vecchia e di Neapolis, la citta' nuova, peraltro avvalorate dai recentissimi scavi archeologici connessi ai lavori tuttora in corso per la Metropolitana di Napoli in Piazza Municipio, Piazza Bovio e Piazza Nicola Amore; per la rivisitazione del Mito delle Sirene napoletane con una chiave di lettura diversa da quella da sempre utilizzata; ma soprattutto per la figura di Ulisse, presentato non piu' come il simbolo dell'inesauribile sete di sapere, spinto ad andare oltre "perseguir virtute e conoscenza " secondo l'interpretazione consegnata ai posteri da Dante, ma semplicemente come l'essere umano che prima di potersi finalmente ricongiungere ai suoi cari ha bisogno di espiare le proprie colpe, ripulire la coscienza, purificarsi dalle sozzure della guerra.

Ed è appunto questa diversa configurazione dell'Eroe omerico per antonomasia, pervaso dalle mille sofferenze che i rimorsi gli procurano nel corso del suo grande viaggio verso la purificazione, in aperta antitesi con quell'Ulisse da secoli rappresentato e spiegato nelle scuole, che apre nuovi orizzonti su tematiche che sembrano ormai cristallizzate nel tempo e definitivamente acquisite. Ma al di la' degli spunti che potra' o meno offrire ai cultori della materia, questo saggio postumo su Partenope, le Sirene e Ulisse rappresenta l'ennesimo atto di amore di Angelo Manna verso la propria Citta', oltre a costituire un ulteriore, appassionato invito ai Napoletani a riscoprire la Storia plurimillenaria di Napoli per ritrovare finalmente le proprie radici.

"L'Autore era un "personaggio" e quelli della mia generazione certamente lo ricordano anche per le sue apparizioni periodiche in una TV privata. Angelo Manna è scomparso nel 2001 era giornalista, poeta, scrittore, saggista e "dissacratore" convinto e determinato. Nell'introduzione alla sua prima pubblicazione L'Inferno della Poesia Napoletana del '74, si chiedeva "Non vediamo perché non avremmo dovuto. Sporco? Pulito? Aggettivi! E quanto mai gli aggettivi hanno fatto storia!"
Il libro che segnaliamo è postumo. L'edizione è stata curata dal fratello Aldo Manna.
Storia, antropologia, litografia, latino, greco, napoletano: un'indagine ponderosa e tuttavia snella, sulle vicende e sulle origini del nostro Sud, on la promessa ". che sono almeno quarant'anni che vorremmo definire i confini storici e geografici della Magna Grecia: ma dove sono? Chi ce li da' cotti e chi ce li da' crudi". Una lettura originale, inaspettata."
Ciccio D'Auria da il Giornale "Senatus" 5/2004


"Al di la' degli spunti che potra' o meno offrire ai cultori della materia, questo saggio postumo su Partenope, le Sirene e Ulisse rappresenta l'ennesimo atto di amore di Angelo Manna verso la propria citta', oltre a costituire un ulteriore , appassionato invito ai Napoletani a riscoprire la Storia plurimillenaria di Napoli per ritrovare finalmente le proprie radici.".
Aldo Manna

"Il Saggio su Neapolis e sul mito di Odisseo rappresenta l'ennesimo prezioso contributo dello studioso partenopeo alla resurrezione delle " stratificate significativita'" che fanno la ricchezza e la gloria della vicenda umana di Napoli e dei suoi abitanti.
Partenope, le Sirene e Ulisse è un vero e proprio saggio di storia, di archeologia, di litografia, fondato su un meditato e appassionato lavoro di analisi, confronto e valutazione di numerosissime fonti e ricerche, anche molto recenti.".
Dal saggio introduttivo di Lorenzo Terzi

Giornalista, poeta, scrittore, saggista Angelo Manna - scomparso l'11 giugno 2001 all'eta' di 66 anni - ha curato: L'Inferno della poesia napoletana (Ed. 74, 76 e '91); la traduzione e il commento de Le Fonnachere dal Pentamerone di G. B. Basile ('78); Cose di Napoli ('78) Care paisane, (Ed. '80, Rist. 2002); "A mazza e 'o piuze ('80); Politicanti e Intellettuali fra dissacrazione e abiure ('91); Note per una controstoria del cosiddetto Risorgimento ('91); Quando il pudore è spudorato... ('93); Sunettiatella quase quase sentimentale ('95); 'O quatto 'e Maggio ('96); In primis le ferie... ('96); Briganti furono loro: quegli assassini dei fratelli d'Italia ('97); 1799: morte a li Francise ('99); Napule e io ('99);
Monografie su: Nicola Capasso; Luigi Molinaro del Chiaro; Emmanuele Rocco ('96)

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.