MISTERO DOLOROSO - Anna Maria Ortese

mistero_doloroso_pAutore: Anna Maria Ortese
Titolo: Mistero doloroso
A cura di Monica Farnetti
Descrizione: Edizione in formato 16°; 112 pagine
Luogo, Editore, data: Milano, Adelphi
Collana: Piccola Biblioteca Adelphi
ISBN: 9788842525245
Prezzo: Euro 9,00
Disponibilità: ottobre 2010

Basta leggere le prime righe di questo racconto - dove si staglia la Napoli di fine Settecento, « raccolta entro un silenzio incantato » e simile a uno « squisito villaggio » - per respirare l'aria lieve ed esaltante del Cardillo. E l'impressione di una stretta affinità fra i due testi diventa certezza non appena facciamo conoscenza con la tredicenne Florida, che nel « diamante doloroso » del volto, di lunare bianchezza, reca le stimmate degli esseri appartenenti a un mondo celeste e inviolabile, che forse vivono qui sulla terra solo « per scommessa o per scherzo ». Per di più Florida, così preziosa da sembrare irreale o sovrumana, è il frutto della triste unione dello scultore belga De Gourriex con la fredda figlia del guantaio don Mariano Civile, Ferrantina, che dopo la morte del marito e la rovina della prospera azienda paterna si è ritirata in due stanzette sui fioriti gradoni di Chiaia. L'indubbia parentela col Cardillo, tuttavia, non deve trarre in inganno: benché rimasta inedita, la storia «un po' magica» di Fiorì e del suo sconfinato amore per il pallido e assorto principe Cirillo, nipote del re - storia, insieme, di un'intesa che precede i loro incontri e la loro stessa nascita -, non è ne' un abbozzo ne' un semplice incunabolo del romanzo: è un'opera compiuta, di fulgida bellezza. E il dolore che la pervade - « antico » e « caro » come ciò che amiamo ed è già, da sempre, perduto - è destinato, non diversamente dalla voce del Cardillo, a non lasciarci mai più.

Di Mistero doloroso è ignota la data di composizione: verosimilmente è anteriore al 1980, giacché la Ortese vi fa riferimento in una lettera a Natalia Ginzburg del 30 maggio di quell'anno.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.