LE COSE ACCADONO - Angelo Cannavacciuolo

Le_Cose_Accadono_pAutore: Angelo Cannavacciuolo
Titolo: Le cose accadono.
Sottotitolo: Romanzo
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 21 x 15); 256 pagine.
Luogo, Editore, data: Milano, Cairo, maggio 2008
Collana: Scrittori Italiani
Prezzo: Euro 14,00
ISBN: 9788860521637
Disponibilita': In commercio

 

Gianni Campo, logopedista quarantenne, ha alle spalle una famiglia di estrazione popolare che ha trovato la strada del riscatto. E' stato atleta, è un bel ragazzo e ora vive con Costanza, che diversamente da lui, appartiene a una famiglia benestante da sempre. Ad un certo punto nella sua vita entra con prepotenza Martina, cinque anni, cattivissima e disperata, allontanata dalla sua famiglia dal Tribunale e ora in un istituto.
E' sull'incomprensibile attrazione per la bambina che la storia si innesca , in una trama densa e appassionata, ricca di colpi di scena e impensabile al di fuori dell'ambientazione partenopea. Si, perché Le cose accadono è prima di tutto un romanzo napoletano che non teme di immergersi nell'inferno del degrado cui Gianni scopre di appartenere. Ma Le cose accadono è anche altro. Una saga familiare contraddittoria e disperata. La voce di coloro che la societa' ha condannato alla sconfitta.
Un'appassionata richiesta di umanita' in nome dei diritti dei piu' deboli. Spetta comunque al lettore l'ultima parola: Gianni sapra' coniugare le proprie radici, di cui oggi ha una diversa consapevolezza, con il proprio progetto di vita? Riuscira' a farsi compiutamente uomo?

Angelo Cannavacciuolo, napoletano, ha esordito come attore (Sapore di Mare 1 e 2 di Carlo Vanzina, Le occasioni di Rosa e Blues Metropolitano di Salvatore Piscicelli), ed è anche regista e sceneggiatore per il cinema e il teatro, la passione per le storie lo ha poi portato alla narrativa.
I suoi precedenti romanzi sono Guardiani delle nuvole (1999; finalista Premio Viareggio-narrativa e del Premio Berto), II soffio delle fate (2002), Acque basse (2005). Guardiani delle nuvole è diventato un film nel 2004 con la regia di Luciano Odorisio con Alessandro Gassman, Claudia Gerini, Franco Nero e Anna Galiena. Da Il soffio delle fate è stata tratta un'opera lirica.
"Sono un narratore. Quando recitavo mi mettevo al servizio della narrazione di un altro, come regista e sceneggiatore uso le immagini, come autore, invece, uso la scrittura. È solo una questione di codici; il cinema e la sceneggiatura ne hanno uno, la letteratura un altro. Basta impararli.'

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.