L'INVENZIONE DELLA PASTA - Riccardo Pazzaglia

L_Invenzione_Della_Pasta_pAutore: Riccardo Pazzaglia
Titolo: L'invenzione della pasta.
Sottotitolo: Certificato di nascita dei maccheroni.
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 24 x 17); 128 pagine
Luogo, Editore, data: Napoli, Guida, ottobre 2006
ISBN: 88-6042233X
Disponibilita': No

 


richiedi informazioni

 

Pochi dubitavano che Riccardo Pazzaglia, essendo nato "mentre calavano i maccheroni" non avrebbe scritto un bel libro sulla pasta, verso la quale, anche se prevalentemente a tavola, si sono sempre orientati i suoi interessi; parlare della pasta con il calore, l'affetto, l'allegria di un commensale appetente ma anche colto, che della pasta conosce la storia e la racconta con leggerezza, umorismo ma anche con puntigliosa precisione per ciò che riguarda il grano duro e il pastificio; che della pasta conosce i sapori e li fa quasi sentire.

Come è gia' avvenuto per il caffè, cui ha doverosamente dedicato un altro bei libro, nulla è sfuggito alla sua penna attenta. Qui la pasta è vista da tutti i lati, o meglio, da tutti i sughi e da tutte le cotture.

Si evoca l'alba della prima "frittata di maccheroni", facendola derivare dalla pasta "usata"; si documenta la nascita della pasta "mischiata"; si informano gli ignari sulla pasta "riposata".

Inopinatamente appare Giacomo Leopardi che spreca alcuni dei suoi preziosi endecasillabi per parlar male dei maccheroni, che però gradiva moltissimo. E poi i racconti, come la storia di una bottega di pasta negli anni Trenta o quella di un legionario in Africa e in Spagna, non affamato di gloria ma di pasta.

E infine, in appendice, una sorpresa: un brevissimo, esilarante atto unico, "Lo spaghetto si raffredda", tratto dalla trascrizione teatrale de "II brodo primordiale" (Rizzoli 1985).

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.