LA CAMPANIA NELLE IMMAGINI DEL SETTECENTO NEL «VOYAGE PITTORESQUE» DEL SAINT-NON

LA CAMPANIA NELLE IMMAGINI DEL SETTECENTO NEL «VOYAGE PITTORESQUE» DEL SAINT-NONTitolo: La Campania nelle immagini del Settecento nel «Voyage pittoresque» del Saint-Non
Saggio introduttivo di Raffaello Causa
Descrizione: Cartella editoriale contenente 63 tavole in monocromia, in-folio (cm 50 x 35); 4 cartine geografiche ripiegate
Luogo, Editore, data: Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane - Società Editrice Napoletana, 1981
Collana: 
ISBN: 
Prezzo: Euro 110,00
Prezzo: Euro 80,00
Disponibilità: 1 esemplare

 


richiedi informazioni


II "Voyage Pittoresque ou Description des Royaumes de Naples et Sicilie", stampato a Parigi tra il 1781 e il 1786, si compone di cinque volumi in folio che racchiudono circa cinquecento incisioni su rame raffiguranti luoghi, opere d'arte, rovine archeologiche, carte geografiche e topografiche, fregi floreali ed allegorici, monete, in una maestosa e lussureggiante sequenza di immagini che lasciano attonito il lettore moderno così come  stupirono i contemporanei.
La Campania nel "Voyage pittoresque" del Saint-NonGli artisti sono tra i più famosi della vedutistica del tempo: Cochin, Fragonard, Chastelet, Hubert-Robert, Choffard, Volaire, Duplessis-Bertaux, Despréz, Le Bas e lo stesso Abate di Saint-Non, spirito raffinato ed eclettico.
L'autore dei testi descrittivi, non firmati, è stato individuato nel pittore Dominique Vivant-Denon, che era anche scriltore erudito.

L'ideatore e animatore della monumentale impresa fu l'Abate Richard di Saint-Non (1727-1791), che firma all'inizio del primo volume la dedica alla regina Maria Antonietta. Egli ebbe il merito di scegliere e coordinare il gruppo di incisori, pittori e disegnatori che lo accompagnarono nel Sud, "per fissare nel disegno e nella pagina scritta l'identità paesitica, storica, culturale delle terre del sud, spesso per la prima volta scoprendole rivelandole al mondo civile (come scrisse Raffaello Causa) accompagnando le immagini - tutte le riprese dal vero durante i lunghi e avventurosi viaggi nelle province del Regno - con esaurienti testi esplicativi, una "summa" dello stato delle conoscenze sull'arte, i costumi, le caratteristiche fisiche e geografiche del mezzogiorno, con tutte le variazioni storiche e scientifiche allora possibile, ogni fonte utile, dalle relazioni di Sir William Hamilton a quelle dei tanti altri viaggiatori e studiosi coevi.

Quest'opera, giustamente considerata il capolavoro della grafica del settecento e il più bella monumento al paesaggio e alla cultura del sud dell'Europa, fu per due secoli un irraggiungibile sogno per i bibliofili: Max Vajro la ripropose nel 1985 in un perfetto "reprint", cui fa ricorso la presente scelta con le più belle immagini della Campania.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.