IL VIAGGIO A NAPOLI TRA LETTERATURA E ARTE - Pasquale Sabbatino

il viaggio a napoliAutori: Vari
Curatore: Pasquale Sabbatino
Titolo: Il viaggio a Napoli tra letteratura e arti
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 712 pagine
Luogo, Editore, data: Napoli, ESI, 2012
Collana: Viaggio d' Europa - Culture e Letterature
ISBN: 9788849525526
Prezzo: Euro 60,00
Disponibilità: In commercio

La ricerca sul viaggio a Napoli, feconda di sviluppi nei diversi ambiti disciplinari, approda alla costruzione e sistemazione dell’atlante storico_critico delle immagini della città. Si va dal Trecento, quando soggiornano Cino da Pistoia, Petrarca e Boccaccio, al Cinquecento, quando la città gentile e a misura d’uomo si trasforma in metropoli a causa del processo di inurbamento e dopo il Concilio di Trento cresce il filone delle descrizioni di Napoli Sacra, dal Seicento e Settecento, quando si afferma come meta ambita del Grand Tour in Europa e vengono prodotte guide vere e proprie che per la ricchezza crescente di illustrazioni diventano libri da vedere, al secondo Ottocento, quando esplodono i mali della camorra, della corruzione politica, delle pessime condizioni igienico_sanitarie e la questione napoletana si affaccia sulla scena nazionale. Dalla perdita del ruolo di antica capitale e lungo l’intero Novecento le immagini di Napoli, disegnate da viaggiatori italiani e stranieri e da esploratori indigeni, si moltiplicano e si differenziano, al punto che si può redigere e aggiornare il repertorio raggruppando gli scrittori da Francesco Mastriani ai nipotini di Raffaele La Capria per grandi categorie. L’indagine sui viaggiatori stranieri, sulle motivazioni che spingono a visitare la città e soggiornarvi e sulla diversa percezione che di Napoli si ha nel corso dei secoli arricchisce il dizionario degli autori. Si va dal Cinque_Seicento con Thomas Hoby, William Thomas, Andrew Borde, Fynes Moryson, Ben Jonson, l’umanista e precettore Steven Pigge, al Settecento con Friedrich Münter, Johann Heinrich Bartels e Johann Wolfgang von Goethe, e all’Otto_Novecento con Percy Bysshe Shelley, Charles Dickens, Oscar Wilde e Jean Paul Sartre fino alle immagini stereotipe di Elizabeth Gilbert.

La nostra ricerca, che offre al lettore un caleidoscopio di mutevoli punti di vista sulla città e sulle sue trasformazioni, ha la piena consapevolezza di contribuire in modo sostanziale ad approfondire la conoscenza e a consolidare la memoria delle risorse del nostro territorio; inoltre ambisce proporsi alle istituzioni politiche come strumento per valorizzare il patrimonio storico_artistico e letterario e favorire lo sviluppo culturale ed economico. La passione civile, infine, è il cuore del progetto e della realizzazione. Vecchi e nuovi stereotipi e pregiudizi esterni ed interni vengono continuamente sottolineati, ma per esorcizzarli e superarli.
(dall’Introduzione di Pasquale Sabbatino)

IL CURATORE
Pasquale Sabbatino è professore ordinario di Letteratura italiana nell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Dirige collane editoriali e i periodici «Studi Rinascimentali», «Letteratura & Arte», «Rivista di letteratura teatrale», collabora con alcune testate giornalistiche ed è stato visiting professor nel Nord_ America. Tra i suoi contributi recenti: La bellezza di Elena. L’imitazione nella letteratura e nelle arti figurative del Rinascimento (Olschki, 1997 e 2001); A l’infinito m’ergo. Giordano Bruno e il volo del moderno Ulisse (Olschki, 2004); Le città indistricabili. Nel ventre di Napoli da Villari ai De Filippo (Edizioni Scientifiche Italiane, 2007).

Indice del volume:

Introduzione - 5
IMMAGINI LETTERARIE DI NAPOLI DAL MEDIOEVO ALLA DOMINAZIONE SPAGNOLA

Francesco Montuori
Immagini di Napoli fra Trecento e Quattrocento - 13

Pasquale Sabbatino
Il viaggio a Napoli tra Cinquecento e Seicento. Descrizioni, relazioni, ritratti e guide per i forastieri - 39

Massimiliano Corrado
«Vera satira mia, va’ per lo mondo, e de Napoli conta che riten quel che ’l mar non vòle a fondo». L’invettiva antinapoletana di Cino da Pistoia - 81

Francesco Paolo Botti
L’esperienza dell’abnorme: Petrarca a Napoli - 125

Cristiana Anna Addesso
«Utinam finaliter eant!». Andrea Partenopeo ed il viaggio a Napoli dell’imperatore Federico III di Germania (1452) - 139

Pasquale Sabbatino
«La più fruttifera e dilettevole parte di Italia».Il ritorno a Napoli nell’Arcadia del Sannazaro - 155

Vincenzo Caputo
«A guisa di un bel teatro». La Napoli dello storiografo Giovanni Tarcagnota - 175

Maria Concolato Palermo
Da “devotione catolica” a “curiositas poetica”. L’evoluzione del viaggio inglese in Italia e a Napoli dal Quattrocento al Seicento - 195

Carlo Vecce
L’umanista, la sirena, la morte. Steven Pigge a Napoli - 211

Adriana Mauriello
Un itinerario per gentildonne milanesi. IlRitratto delle grandezze, delizie e maraviglie della nobilissima città di Napoli di Giovan Battista Del Tufo - 229

Marcello Ciccuto
Un maestro di Rembrandt dai “lumi di Fiandra” al sole nero dell’Inquisizione a Napoli - 243

Daniela De Liso
Immagini della Napoli spagnola - 257

Giuseppina Scognamiglio
Sulla via del Vesuvio. Viaggi, eruzioni e fughe - 269


VIAGGIATORI E TURISTI TRA SETTECENTO E OTTOCENTO

Leonardo Di Mauro
Il viaggio a Napoli nel Settecento e nell’Ottocento preunitario. Modelli e discontinuità - 301

Sebastiano Martelli
Oltre la Capitale. Il viaggio di Johann Heinrich Bartels nel Mezzogiorno di fine Settecento - 307

Giovanna Scianatico
Dall’Adriatico al Tirreno. Uno sconosciuto viaggio a Napoli di Alberto Fortis (con l’appendice di una lettera inedita) - 339

Massimo Visone
Il Real Passeggio di Chiaia nello sguardo dei viaggiatori tra Sette e Ottocento  - 349

Stefano Manferlotti
Napoli, per Shelley e Dickens - 361

Barbara Delle Donne
Il sogno mediterraneo. La percezione di Napoli e dintorni nei viaggiatori inglesi - 373

Patricia Bianchi
Ambiente urbano e ambiente linguistico della Napoli pre-unitaria nel racconto di un lessicografo toscano - 389

Francesco Divenuto
Francesco Alvino: architetto-reporter del territorio napoletano - 403

Ugo Maria Olivieri
Un viaggio verso il Sud senza ritorno. Ippolito Nievo e la Napoli garibaldina - 439

Domenico Giorgio
Forme di «spaesamento». Oscar Wilde e Jean Paul Sartre tra Napoli e Capri - 449

Maria Sirago
Il paesaggio marino napoletano nei letterati e viaggiatori - 463

UNA CAPITALE PERDUTA. DALL’UNITÀ D’ITALIA AI GIORNI NOSTRI

Toni Iermano
Denuncia, mito e oblio. Appunti di viaggio sulla Napoli moderna - 485

Nicola De Blasi
Percezioni e testimonianze sull’immagine di Napoli in rapporto alla storia linguistica urbana - 509

Antonio Saccone
Ungaretti reporter. I “servizi” da Napoli (e dintorni) tra cronache di viaggio e critica d’arte - 529

Rossana Esposito
Uno sguardo oltre il paesaggio. Le esperienze di viaggio di Corrado Alvaro e Giovanni Comisso - 541

Silvia Acocella
Il vuoto metafisico della Napoli bernariana. Il deserto della superficie e il labirinto del sottosuolo - 553

Luigi Scorrano
Piovene: «un argomento senza fine, Napoli» - 565

Maria Muscariello
Una città per (non) morire.Il buio e il miele di Giovanni Arpino - 585

Pasquale Iaccio
Viaggiatori con la macchina da presa agli albori del cinema - 595

Armando Rotondi
Il viaggio a Napoli nel cinema italiano e americano dagli anni ’50 ad oggi - 647

Flavia Cavaliere
Eat Pray Love. Un viaggio a Napoli, tra pizza e pregiudizi - 663

Matteo Palumbo
Passione. Il viaggio a Napoli di John Turturro - 697

FINE

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.