IL MALE PUGLIESE. Etnopsichiatria storica del tarantismo - George Mora

il male pugliese george moraAutore: George Mora
Titolo: Il male pugliese
Sottotitolo: Etnopsichiatria storica del tarantismo
A cura di Gino L. Di Mitri
Descrizione: Volume in formato 8°; 100 pagine.
Luogo, Editore, data: Lecce, Besa, febbraio 2017
Collana: Riflessi 58
ISBN: 978-88-6280-203-1 9788862802031
Prezzo: Euro 13,00
Disponibilità: In commercio

Apparso per la prima volta nel 1963 sulla prestigiosa rivista scientifica “Bulletin of the History of Medicine”, questo breve ma denso saggio può considerarsi a pieno titolo uno dei primi studi che coniugano i concetti della psicodinamica con l’archeologia degli antichi saperi curativi. Grazie a uno scavo profondo ed esteso, corroborato da una formidabile mole di fonti bibliografiche e sostenuto da un’idea aperta della società e del diritto alla salute, George Mora perviene a un’avanzata teoria interpretativa del fenomeno tarantismo e ne mette in risalto il paradigma terapeutico e l’importanza nella tradizione antecedente al nascere della moderna clinica dei disordini mentali.
In appendice, a confermare come lo stretto legame tra problematica della salute comportamentale e fenomenologia religiosa risalga all’antichità e attraversi tuttora le scienze psichiatriche contemporanee, un prezioso documento dei primi del Novecento, che tratta di ripetuti casi di possessione nella Turchia ottomana.

George Mora è stato un medico psichiatra italo-americano e ha lavorato per anni in diverse importanti istituzioni ospedaliere del New England. Ha sempre accompagnato le proprie ricerche operative, specie nel campo infantile, a un’instancabile passione per la storia della psichiatria.
Figura di spicco del movimento Community Mental Health, fiorito negli Stati Uniti dell’amministrazione presidenziale Kennedy, che nei primi anni Sessanta ne appoggiò strenuamente i programmi liberali e innovativi, Mora ha scritto decine di opere di grande valore scientifico: fra le altre, Witches, Devils and Doctors in the Renaissance (1991), contenente l'edizione critica del De praestigiis daemonum di Johann Weyer.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.