PEPPINO NATURALE E STRAFOTTENTE. Per chi la notte non ha mai voglia di dormire - Fausto Nicolini

peppino naturale e strafottente fausto nicoliniCuratore: Fausto Nicolini
Titolo: Peppino naturale e strafottente
Sottotitolo: Per chi la notte non ha mai voglia di dormire.
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15); 554 pagine; alcune foto in b/n
Luogo, Editore, data: Napoli, Editoriale Scientifica, 2017
Collana: La memoria storica, 22
ISBN: 9788893911429
Prezzo: Euro 30,00
Disponibilità: In commercio

Giuseppe Patroni Griffi è stato definito una delle personalità più versatili del panorama culturale italiano del secondo Novecento. Noto e acclamato regista teatrale e cinematografico, scrittore, sceneggiatore, drammaturgo – chi non ricorda “Metti una sera a cena”? – è tuttavia meno noto nella veste di giornalista. Fausto Nicolini, che per anni è stato suo assistente, aiuto regista e regista, ha voluto rimediare a questa lacuna.
Ne è nato un libro di grande interesse.... che contiene – oltre ad alcuni inediti – tutti i suoi articoli, pubblicati fra il 1963 e il 1990 sul Messaggero e il Corriere della Sera. Una raccolta di questo genere, puntigliosamente annotata e arricchita di fotografie, potrebbe far pensare a un semplice tributo alla memoria dell’amico scomparso nel 2005. Ma non è così. Perché questi articoli, per la qualità degli scritti e la maestria dell’autore, sono non soltanto di piacevolissima lettura, ma veri e propri saggi di costume, brani di prosa raffinatissima, studi di caratteri e ambienti, sceneggiature ricche di humour, spietate fotografie di una società dominata da perbenismo e doppia morale, conformismo becero, vigliaccheria. I ritratti dei famosi personaggi dell’epoca: Vittorio Gassman, Arthur Miller, El Cordobes, James Dean, Paolo Rossi, Christiaan Barnard, alle volte taglienti come lama di rasoio, altre commoventi, sono sempre tesi a sfatare il giudizio superficiale e moralistico che tende a ridimensionare l’eccezione, perché inaccettabile ai più l’idea che questa possa coesistere con la fragilità, la contraddittorietà che segna anche l’essere eccezionale....
Brano tratto dalla recensione a cura di Giulietta Rovera, pubblicata sul sito web Minerva

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.