LE VIE DI TROISI SONO INFINITE - Valerio Caprara, Pasquale Sabbatino, Giuseppina Scognamiglio

le_vie_di_troisi_sono_infiniteCuratori: Valerio Caprara, Pasquale Sabbatino, Giuseppina Scognamiglio
Titolo: Le vie di Troisi sono infinite
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 176 pagine
Luogo, Editore, data: Napoli, E.S.I., luglio 2012
Collana: La Scrittura Teatrale. Studi e Testi
ISBN: 9788849523966
Prezzo: Euro 20,00
Disponibilità: In commercio

Nel ricordare Massimo Troisi, Dario Fo sottolinea quanta somiglianza ci sia tra il proprio teatro e quello della Smorfia, fino a individuare in Natività una sorta di Mistero buffo troisiano. È una testimonianza importante che si affianca alle riflessioni di Raffaele La Capria, per il quale l’insicurezza esistenziale tipica dei napoletani si trasforma in Troisi quasi in afasia, e di Erri De Luca, per il quale la voce dell’attore fa da contrappasso alla voce prepotente e guappesca di molti dei suoi conterranei. In ambito cinematografico, inoltre, l’esordio di Troisi con Ricomincio da tre (1981) porta con sé il germe di una rivoluzione copernicana: l’approdo al cinema non come sfruttamento accessorio, bensì come prolungamento di un’azione espressiva e narrativa temeraria. E non è un caso che Mario Martone indichi proprio Troisi come il capofila del nuovo cinema napoletano: è un percorso lungo che dai palcoscenici sangiorgesi porta alle ribalte hollywoodiane. D’altronde su Il Postino (1994), che ha sancito il suo successo universale, hanno puntato la propria attenzione il «The New York Times», la «Libération» e il «Der Spiegel».

I CURATORI
Valerio Caprara, professore di Storia e critica del cinema all’Università di Napoli L’Orientale, ha dedicato saggi e volumi al cinema sia internazionale (Sam Peckinpah, Walerian Borowczyk, Steven Spielberg) che italiano (Ettore Giannini, Dino Risi, Giuseppe Tornatore). Dal 1979 è critico cinematografico de «Il Mattino».
Pasquale Sabbatino, professore ordinario di Letteratura italiana all’Università di Napoli Federico II, si è occupato, tra l'altro, della letteratura teatrale. Coordina il Master di II livello in Letteratura, scrittura e critica teatrale e dirige la «Rivista di letteratura teatrale».
Giuseppina Scognamiglio, professore di Letteratura italiana all’Università di Napoli Federico II, ha dedicato i suoi studi in particolar modo alla cultura teatrale dal Sei al Novecento, pubblicando saggi su Francesco Antonio Giusto, Carlo Goldoni, Giovanni Verga, Luigi Pirandello, Peppino ed Eduardo De Filippo. Dirige le collane La scrittura teatrale e Il Palcoscenico.

Indice del volume:

Saluto del Sindaco di San Giorgio a Cremano DOMENICO GIORGIANO 5

Presentazione dei curatori 7

PASQUALE SABBATINO
La galleria-racconto dei ritratti di Troisi disegnati da scrittori e registi e la collaborazione dei visitatori-lettori 11

VALERIO CAPRARA
Il domani è già ieri. Tradizione e innovazione nel cinema di Troisi 27

GIUSEPPINA SCOGNAMIGLIO
Massimo Troisi e il sistema simbolico de La Smorfia 33

NICOLA DE BLASI
Il parlato costruito (ma non «inventato») e il dialetto moderno (ma non incomprensibile) di Massimo Troisi in una prospettiva di storia recente 45

PATRICIA BIANCHI
«Nuovo» e «eccezionale»: il linguaggio comico di Massimo Troisi 55

FABRIZIO COSCIA
Ri-scrivere la Smorfia 73

VINCENZO CAPUTO
La smorfia di Massimo Troisi. Con una nota sul gioco della scopa 79

GIUSEPPE BORRONE
Il paesaggio nel cinema di Massimo Troisi 93

CLAUDIA VERARDI
Massimo Troisi, un successo non solo italiano 99

ARMANDO ROTONDI
Troisi visto dalla stampa internazionale 107

Testimonianze
ANNA PAVIGNANO 155
ENZO DECARO 161
RENATO SCARPA 165

Indice dei nomi 167

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.