L'OPERA DEI PUPI - Antonio Pasqualino

L_Opera_dei_Pupi_pAutore: Antonio Pasqualino
Titolo: L'opera dei pupi
Descrizione: Edizione in brossura con legatura a filo refe, in formato 8°(cm 28 x 20); 241 pagine; 143 illustrazioni in b/n nel testo; 90 tavole a colori.
Luogo, Editore, data: Palermo, Sellerio, 2008
Collana: I Cristallini
ISBN: 9788876811708
Disponibilita': No

(Dalla prefazione di Antonino Buttitta)

Il teatro delle marionette, regolato nel Settecento da un preciso codice, diventa nell'Ottocento uno spettacolo popolare; ma se sara' proprio questo codice a precludergli in certe aree la possibilita' di adeguarsi alle esigenze del nuovo pubblico, preparandone il definitivo confinamento a livello infantile, in altre aree esso, proprio per la sua rigidita', finira' col favorire la nascita di un teatro delle marionette radicalmente nuovo: l'opera dei pupi.



In realta' temi e motivi del teatro settecentesco delle marionette, che per altro, pur avendo in repertorio soggetti guerreschi, ne usava sporadicamente, non rispondevano alle attese dei ceti popolari, non ne esaurivano 10 strutturale bisogno di riscattare miticamente la loro subalternita', di proiettare l'esigenza, sia pur inconsapevole, di un diverso ordine del mondo in eroi superumani che risolvessero in termini mitici le opposizioni sperimentate come inconciliabili nella prassi fra l'amico e il nemico, il giovane e il vecchio, il debole e il forte, il giusto e l'ingiusto.

Contraddizioni queste proprie delle societa' fortemente stratificate dove i gruppi sociali subalterni quotidianamente sperimentano, in conseguenza della precarieta' dei beni, la violenza della lotta per la sopravvivenza, la netta divisione dell'universo sociale in amici e nemici, la permanente possibilita' di essere traditi dall'amico piu' fidato.

Il declino dell'opra è iniziato quando ha cominciato a non essere piu' un rito, quando cioè le contraddizioni di cui essa rappresentava le mitiche soluzioni, hanno trovato altri miti per esprimersi in figure, altri riti per realizzarsi in azioni concrete. Ecco perché questa opera di Antonio Pasqualino non è solo uno studio completo e certamente unico sull'opera, ma anche l'anatomia di un momento della storia della cultura siciliana ormai immancabilmente consegnato alla storia.


L'ormai classico testo di Antonio Pasqualino è uno studio complessivo e dettagliato della storia, delle trame e dei personaggi, della messa in scena e delle caratteristiche ideologiche dell'Opera dei Pupi in Sicilia, nell'area napoletana e a Roma, nel Belgio e nel nord delta Francia.

Di valore straordinario è anche la ricchissima documentazione fotografica.

Antonio Pasqualino (1931-1995) è stato uno dei massimi studiosi del teatro delle marionette e ha fondato il Museo Internazionale delle Marionette di Palermo. La prima edizione di L'opera dei pupi venne pubblicata nel 1977.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.