LA NAPOLI MILIONARIA! DI EDUARDO DE FILIPPO - Carlo Montariello

La_Napoli_Milionaria_di_EduardoAutore: Carlo Montariello
Titolo: La Napoli Milionaria! di Eduardo De Filippo.
Sottotitolo: Dalla realta' all'arte senza soluzione di continuita'.
Introduzione di Mino Argentieri.
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 23,5 x 16); 197 pagine; 25 immagini in b/n fuori testo
Luogo, Editore, data: Napoli, Liguori, 2006
Collana: Cinema e Storia, 6
ISBN: 88-20738767
Disponibilita': No
Eduardo, ancorché un drammaturgo, si dimostra essere uno straordinario conoscitore dell'animo umano, accogliendo in questa determinazione le discipline costitutive delle scienze umane: la storia, l'antropologia, la filosofia, la psicologia e l'arte stessa che egli rappresenta. È in questa direzione e sull'onda di questa consapevolezza che questo lavoro intende procedere: documentare, attraverso l'analisi del periodo storico che va dal 1942 al 1950, l'iter creativo, l'analisi della commedia, le recensioni e le polemiche sorte all'indomani della sua uscita, che Napoli milionaria!, sia nella versione teatrale che in quella cinematografica, può essere considerata non solo la fonte di un manufatto artistico, ma anche, in ambito storiografico e delle scienze umane, una fonte storica primaria.


Ma per far questo, come ben si sa, nessuna fonte, tranne quando è usata per ricostruire fatti di limitata grandezza, può assolvere da sola ad un compito cosi' complesso. Per questo motivo si è reso necessario affiancare al film e alla commedia l'uso di altre fonti, le piu' eterogenee e differenti possibili, purché in grado di fornire notizie utili alla ricerca.


Con Napoli milionaria! Edoardo ci offre uno specchio che ha il potere di riflettere una realta' alterata da noi stessi e dietro il quale si annida il vuoto piu' profondo. Ci invita a meditare, e qui alloggia il suo straordinario potenziale poetico, l'attualita' della sua arte, sul pericolo che il denaro, assunto come valore dominante, possa svuotare di senso ogni azione umana e privare l'uomo della sua stessa umanita'.

Ma non si limita a denunciarne gli effetti, con lo scioglimento della commedia attraverso un dono, ci indica l'evento che può consentire all'uomo, nel momento in cui essa viene negata, di riaffermare la vita. Quello che ci racconta Eduardo, è un invito a donare un dono che non obbedisce al principio di ragione, al logos, al calcolo, al capitale, alla ragion pratica, ma che paradossalmente li fonda originariamente.

È in questo dono, estraneo alla logica del profitto, che può realizzarsi l'umanita' dell'uomo. Con la sua prima commedia "dispari" Eduardo offre la sua sensibilita' alla dolorosa realta' storica; è a partire da questo dolore che fonda il suo nuovo teatro; è da qui che da una svolta al teatro italiano.

Carlo Montariello ha compiuto gli studi universitari alla Sapienza di Roma ed alla Federico II di Napoli, dove si è laureato in Storia del Cinema. Ha all'attivo numerose esperienze teatrali come aiuto regista. Da diversi anni scrive serie televisive.

 

Indice del volume:

Introduzione di Mino Argentieri
Premessa
Capitolo primo: Quadro storico 1942-1945
L'esperienza della guerra a Napoli;
La situazione a Napoli nell'immediato dopoguerra;
La fame, il mercato nero, le malattie e gli altri disagi provocati dalla guerra.

Capitolo secondo: La nuova drammaturgia di Eduardo
Una nuova tensione etica: nasce il "Teatro di Eduardo";
Dalla realta' all'arte senza soluzione di continuita';
Recensioni e accoglienza a Napoli Milionaria! commedia.

Capitolo terzo: La ricezione del film (rassegna stampa)
L'attesa per l'uscita del film;
L'accoglienza del film da parte della critica;
Le polemiche dopo l'uscita del film.

Capitolo quarto: Dalla scena allo schermo
Il film; Dalla scena allo schermo: anomalie e differenze;
La forza delle pareti domestiche: la cassa di risonanza delle emozioni;
Un'immagine dell'uomo.

Bibliografia

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.