LA STORIA DEL PRESEPE. Origine, nascita e sviluppo di un simbolo della cristianità - Bruno Basile

LA STORIA DEL PRESEPE. Origine, nascita e sviluppo di un simbolo della cristianità - Bruno BasileAutore: Bruno Basile
Curatore:
Titolo: La Storia del Presepe
Sottotitolo: Origine, nascita e sviluppo di un simbolo della cristianità
Descrizione: Volume in formato 8°; 230 pagine.
Luogo, Editore, data: Lecce, Youcanprint, settembre 2020
Collana: 
ISBN: 9791220302579
Prezzo: Euro 39,90
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni

Un saggio che parte da tradizioni cultuali di antiche popolazioni legate al solstizio d’inverno. La Natività del primo cristianesimo ha molti punti di contatto con filosofie e religioni orientali come l’induismo e il mithraismo. Le prime rappresentazioni della Natività si ebbero in affreschi dei primi secoli nelle catacombe e in bassorilievi sulle lastri di sarcofagi, mentre il primo presepe vivente lo dobbiamo a San Francesco. Poi sarà l’arte pittorica ad immortalare l’Evento divino, prima con Giotto e poi con i grandi artisti del Rinascimento.

A seguire si avranno i primi tentativi di allestire rappresentazioni plastiche in chiese e monasteri durante tutto il ‘500 ed il ‘600. Comunque la massima espressione dell’arte presepiale si ha col barocco nel Settecento italiano. Le città in cui quest’arte si sviluppò maggiormente furono Bologna, Genova e soprattutto Napoli.

Due sono i simboli indiscussi del Natale, il presepe di tradizione latina che nasce in Italia nel Medioevo e l’abete addobbato (quello che comunemente chiamiamo albero di Natale) che ha origine nel folclore di antiche popolazioni del nord-Europa (Celti, Vichinghi, Germani) durante i festeggiamenti pagani del solstizio d’inverno: festeggiamenti trasfusi nel Natale con la successiva cristianizzazione di tali popoli e l’albero dal
secondo dopoguerra si è diffuso ampiamente anche in Paesi di estrazione latina.

Il cristianesimo trae origine dai Vangeli canonici ed ha alcuni rituali in comune con religioni e filosofie orientali provenienti dall’India e dalla Persia (Induismo e Mithraismo) tra cui anche la festività del Natale istituita ufficialmente nell’anno 354 da papa Liberio.
Le prime rappresentazioni della Natività si ebbero in affreschi paleocristiani nelle catacombe e, poi, in bassorilievi sulle lastre di sarcofagi.

A dare il via alla nascita del presepe fu San Francesco nel 1223 che realizzò un presepe vivente nei boschi di Greccio. Parallelamente alla produzione pittorica della Natività dei grandi artisti del Rinascimento, si cominciarono a vedere, in maniera sempre più massiva, presepi plastici in chiese e monasteri di tutta Italia. Presepi che nel Settecento, con l’affermazione del barocco, trovarono la loro massima espressione entrando anche nelle residenze private.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.