IL PRESEPE NAPOLETANO - Gennaro Borrelli

il_presepe_napoletano_gennaro_borrelli_de_lucaAutore: Gennaro Borrelli
Titolo: Il Presepe Napoletano
Edizione per il Banco di Roma
Descrizione: Edizione rilegata in tela, titoli in oro sul dorso e fregio in oro sul piatto anteriore, con sovraccoperta, di cm. 28 x 24; pp. 518; 282 illustrazioni fuori testo, in b/n e a colori, molte a tutta pagina, qualche ingiallitura ai bordi e lievi strappetti alla copertina per il resto esemplare perfetto, mancante di cofanetto.
Luogo, Editore, data: Roma, Banco di Roma - De Luca e D'Agostino 1970
Disponibilità: No

Pronunciare "presepe napoletano" significa evocare favolose immagini di idilliache pastorellerie; significa il fascino di una citta' che in un momento di eccezionale exploit seppe porsi all'avanguardia di movimenti culturali europei come il "rococò"; significa il ritratto di un mondo, di un'epoca e di una folla vociante di popolo, di artisti, di artigiani, di villici e di ricchi borghesi; significa luce, corone, teatro, musica, ma significa, soprattutto, la storia dell'evoluzione del gusto dalle influenze gotiche francesi al manierismo, alle autonome acquisizioni barocche e rococò fino al neoclassicismo e al verismo. 

Significa anche l'incorrotto amore dei napoletani per la rappresentazione della scena della Nativita' dal lontano Trecento ai giorni nostri.

La storia di questo fascino è stata composta attraverso una ventennale ricerca e per la prima volta venne presentata al pubblico in forma organica in un volume ove documenti d'archivio s'alternano alle cronache cittadine, alle notizie curiose, alle ricostruzioni dei piu' eclatanti complessi presepiali attraverso le testimonianze coeve.



Da questo mosaico, composto da rare e preziose tessere, emergono le figure degli scultori veri protagonisti della vicenda. La loro opera, presentata nel contesto del panorama della scultura napoletana, è dettagliatamente esplicata in schede ragionate compilate sulla scorta di notizie monografiche e documenti inediti.

Cosi' artisti fugacemente citati nei testi tradizionali si tramutano in eminenti personalita' assurgendo a protagonisti di movimenti culturali. Ora attraverso una inedita documentazione fotografica passeranno davanti agli occhi del lettore gruppi presepiali e sculture, curiosita' e disegni, bozzetti e scenografie in una sintesi corale che intende riproporre all'attenzione degli studiosi, e non, uno dei piu' appariscenti aspetti della Civilta' Partenopea.



Il volume è articolato in quattro parti comprendenti la storia del « Presepe a Napoli », dalle origini all'unita' d'Italia, ed un panorama della scultura napoletana dei sec. XVII, XVIII e XIX, corredato dalle schede degli scultori che operarono nell'ambito delle figurazioni presepiali. L'opera si avvale di una inedita documentazione iconografica.


Gennaro Borrelli, nato a Napoli nel 1921, compiuto il ciclo di studi artistici si dedica alla pittura e s'interessa di scenografia sperimentale, attivita' che svolge tuttora. Numerose sono state le sue partecipazioni a mostre nazionali ed internazionali. La sua piu' recente personale "romana" è del febbraio 1970. Il suo incontro con il "mondo del presepe" risale al 1950 quando studia e realizza scenografia e luci per la "Mostra della Scultura nel Presepe" diretta dal prof. Bruno Molaioli. Successivamente organizza e dirige una serie di mostre sul tema della "Casa napoletana ed il suo arredamento"; particolarmente notevole è la I Mostra storica della Maiolica napoletana dal sec. XIV al XX. Nel 1961 realizza la Mostra dei Motivi presepiali, ove vengono presentati il complesso ligneo di S. Maria in Portico di Napoli (da lui recuperato) ed una sezione delle figure settecentesche. In contemporaneita' con l'attivita' menzionata il Borrelli approfondisce gli studi sul presepe, la scultura e le arti minori napoletane pubblicando monografie e saggi inerenti a tali campi. Questi lavori gli valgono le ambite onorificenze di Membro dell'Instituto de estudios del Sur de Espana (Barcellona) e della Real Academia de Bellas Artes de San Telmo (Malaga): la prima delle quali gli viene conferita nel 1969 e la seconda nel 1970.

Indice generale
Il Presepe napoletano dalle origini al 1860

PARTE PRIMA
DALLE ORIGINI AL 1520 - 19
IL PERIODO DAL 1520 AL 1620 - 22
Il nuovo schema iconografico della Nativita' - 27
L'introduzione della scena dell'adorazione dei pastori - 27

PARTE SECONDA
L'AFFERMAZIONE DEL PRESEPE MOBILE 1620-1734 - 39
L'invenzione dell'episodio della taverna - 44
Di alcune manifestazioni presepiali della fine del Seicento - 48
I protagonisti ed i personaggi - 49
I seguaci - 63
Un nuovo capitolo - 66

PARTE TERZA
IL PERIODO DAL 1734 AL 1860 - 77
Scenografie presepiali della seconda meta' del '700 - 81
I plasticatori dei tempo di Carlo di Borbone - 83
Il presepe con piu' punti di vista - 87
La nuova generazione degli scultori settecenteschi - 89
Gli animalisti - 101
Presepe ed archeologia - 108
Il colore naturale i costumi e gli accessori - 112
L'ultima generazione - 117
I presepi reali - 121

APPENDICE - 128

La Scultura napoletana dal secolo XVII al secolo XIX

PARTE QUARTA
LA SCULTURA NAPOLETANA DEL SEICENTO - 137
LA SCULTURA LIGNEA NAPOLETANA DEL SEICENTO - 147
Il nuovo gusto rococò ed i suoi protagonisti - 151
La scultura napoletana della prima meta' del '700 - 156
La scultura della seconda meta' del Settecento - 162
La scultura della seconda meta' del Settecento - 170

SCHEDE

INDICE DEGLI AUTORI - 184
Schede - 185

ILLUSTRAZIONI
REFERENZE FOTOGRAFICHE - 254
TAVOLE - 255
BIBLIOGRAFIA - 454
FONTI - 455

INDICI
INDICE DEI NOMI - 503
INDICE DELLE ILLUSTRAZIONI - 507


INDICE DEGLI AUTORI
Matteo Bottigliero - 185
Tommaso Bucciano - 189
Francesco Cappiello - 190
Giuseppe Cappiello - 190
Camillo Celebrano - 190
Francesco Celebrano - 191
Pietro Ceraso - 194
Francesco Citarelli - 195
Giacomo Colombo - 197
Caterina De Julianis - 200
Giuseppe De Luca - 202
Domenico Di Nardo - 203
Francesco Di Nardo - 203
Salvatore Di Franco - 204
Andrea Falcone - 206
Nicola Fumo - 208
Francesco Gallo - 212
Giuseppe Gori - 214
Bartolomeo Granucci - 216
Nicola Ingaldo - 218
Lorenzo Mosca - 219
Pietro Padua - 220
Francesco Pagano - 221
Gaetano Patalano - 222
Pietro Patalano - 223
Aniello Perrone - 224
Michele Perrone - 225
Paolo Persico - 226
Giuseppe Picano - 227
Gaetano Salomone - 229
Giuseppe Sanmartino - 230
Giuseppe Sarno - 236
Nicola Somma - 237
D. Antonio Vaccaro - 238
Lorenzo Vaccaro - 241
Nicola Vassallo - 244
Francesco Verzella - 245
Angelo Viva - 247

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.